“Lentamente… La favola della lumaca” e la voglia di scoprire il mondo

“Lentamente…la favola della lumaca” della Compagnia “O.T.Q.A-Casa Teatro” in scena sul palco di Roots incanta i piccoli spettatori accompagnati dai genitori e dai nonni per la semplicità e la bellezza del racconto così immediato e diretto, capace di divertire e far riflettere sul significato della vita e l’importanza di valori come la conoscenza, il sapere, la famiglia e l’amore per il prossimo.

75241234_1382530505235810_7711216083176259584_o

CATANIA- La storia di una piccola lumaca coraggiosa e ribelle che curiosa e piena di vita vuole conoscere cosa esiste al di là dell’albero di calicanto, il posto felice della colonia di lumachine che vivono tranquille senza porsi domande è il primo applaudito spettacolo della rassegna “Il Teatro dei Giganti”, promosso dall’associazione La Casa di Creta” diretta da Antonella Caldarella e Steve Cable.

“Lentamente…la favola della lumaca” della Compagnia “O.T.Q.A-Casa Teatro” in scena sul palco di Roots incanta i piccoli spettatori accompagnati dai genitori e dai nonni per la semplicità e la bellezza del racconto così immediato e diretto, capace di divertire e far riflettere sul significato della vita e l’importanza di valori come la conoscenza, il sapere, la famiglia e l’amore per il prossimo.

Uno spettacolo apparentemente semplice e divertente che esalta l’amore per la natura e la forza e l’impegno della lumachina che sceglie di intraprendere un rischioso viaggio per trovare risposta ai suoi tanti perché. In questo cammino tortuoso conosce nuovi amici come la tartaruga Memoria, la regina delle formiche e il suo esercito, il dotto gufo e l’amore per la lumaca Fedele con il quale formerà una famiglia.

Gli attori Chiara Scirè, Davide Lo Coco ed Enrica Volponi autrice dell’intelligente testo e dell’acuta regia riescono con immediatezza e semplicità a stimolare la creatività e la curiosità dei tanti bambini presenti in sala, interagendo anche con dei piccoli simpatici indovinelli per scoprire e conoscere in modo costruttivo il teatro visto come un gioco da cui è difficile staccarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *