Lega Pro, il presidente Gravina: “C’è il rischio che il prossimo campionato non parta”

Parole dure del numero uno della Lega Pro. Nel mirino i tagli, di cinque milioni circa, che potrebbe colpire la terza serie.

figc.it

figc.it

Parole importanti e, preoccupanti, quelle pronunciate dal presidente della Lega Pro Gabriele Gravina ai microfoni dell’Ansa. Il nocciolo della questione riguarda i “tagli” che potrebbero colpire la terza serie nel prossimo futuro, mettendo a repentaglio la partenza regolare del prossimo campionato:

Le condizioni devono cambiare, altrimenti il prossimo campionato di Lega Pro non può partire, non ci sono i presupposti. Domani avremo l’assemblea di Lega e sottolineeremo questo fattore fondamentale. Bisogna che ci siano delle modifiche a quello che io chiamo ‘l’agguato alla Legge Melandri’. Con un taglio di cinque milioni di euro, la prossima Lega Pro non ha i presupposti per cominciare, anzi. Io non sono il becchino del calcio italiano, non lo conduco alla morte, se ne ha voglia lo faccia Tavecchio, si assuma lui una responsabilità così grande. Tagli del 30% possono essere giustificati in un negozio in periodo di saldi, non in una Lega calcistica professionistica“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *