L’eccellenza del cibo Italiano nello Spazio. A Parigi il 10mo anniversario del primo convivio spaziale

Sabato 25 Novembre, al Consolato Generale d’Italia a Parigi (5, Boulevard Emile Augier), si parlerà dell’eccellenza del cibo Italiano nello spazio. L’occasione è data dalla 2a settimana della Promozione della Cucina Italiana nel Mondo che si tiene appunto a Parigi dal 20 al 25 Novembre. Vincente l’idea di Emanuele Viscuso. 

ArgotecLuisa Polto, delegata dell’Accademia Italiana della Cucina Italiana, sezione di Parigi, ha voluto cogliere l’opportunità e, con il supporto della Console Generale d’Italia, dell’Ambasciatore Italiano per le Organizzazioni Internazionali e di alcuni membri dell’Accademia e già appartenenti all’Agenzia Spaziale Europea (ESA), ha lanciato l’iniziativa di una tavola rotonda dal titolo “L’eccellenza del cibo Italiano nello spazio, presente e futuro” e sottotitolo “10mo anniversario del primo convivio spaziale“, idea originale di Emanuele Viscuso.banner_2017_italiano_big
Nel 2007, l’astronauta Italiano dell’ESA Paolo Nespoli, per celebrare l’arrivo alla Stazione Spaziale Internazionale di un modulo “Made in Italy” offrì ai suoi compagni di equipaggio il primo convivio della storia a base di cibo Italiano. Facevano parte del menù fregola sarda con peperoni, brasato al Barolo e ricci di mandorle prodotti in Sicilia.
Quell’evento fu promosso dall’allora delegato AIC di Miami Emanuele Viscuso che persuase la NASA, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), della necessità di offrire agli astronauti non solo un pasto di sopravvivenza, ma un momento di triplice valenza: eccellenza, valore culturale, convivialità.Spazio/Sulla Iss 10 anni fa cibo italiano per primo banchetto spaziale            A Parigi il 25 novembre si festeggia con Accademia Italiana Cucina

Dieci anni dopo, proprio quando Paolo Nespoli è di nuovo nella Stazione Spaziale Internazionale per una missione di sei mesi progettata dall’ASI, vogliamo fare il punto sull’eccellenza della cucina Italiana nello spazio. Grazie all’idea iniziale di Emanuele Viscuso, ne abbiamo fatta di strada: cibi italiani vengono consumati regolarmente sulla Stazione Spaziale Internazionale da astronauti di tutto il mondo, prendendo perfino un buon espresso a fine pasto. E pochi sanno che l’acqua che bevono gli astronauti arriva da Torino. Luisa Polto
L’obiettivo della Tavola Rotonda parigina di Luisa Polto e dei membri dell’accademia della Cucina Italiana è quella di promuovere, in sinergia con i molti Paesi di accreditamento, l’enogastronomia italiana d’eccellenza, una delle nostre priorità di proiezione internazionale, che valorizza tutti gli aspetti che ruotano intorno alla cultura culinaria, come il legame con il territorio, il cinema, la lingua italiana, l’arte, lo sport e la promozione commerciale.

o1hlsdsy3eL’Intervento dell’astronauta Paolo Nespoli sarà in differita dalla ISS.
Nespoli: “Proprio Eccellente”, parola di Astronauta!
Viscuso: Ho cambiato la Vita degli Astronauti!

La Tavola Rotonda del 25 Novembre sarà l’opportunità per parlare di cibo italiano nello spazio, presentare le possibilità di far produrre e consumare cibo nello spazio per le future missioni di lunga durata, su Marte ad esempio, e riflettere come il cibo nello spazio e le sue ricadute tecnologiche e culturali possano contribuire al “sistema Italia”. In particolare, il cibo spaziale italiano sta’ aprendo nuovi mercati sulla Terra che verranno presentati e discussi.

iss-2012Il programma dell’evento prevede, dopo i saluti istituzionali, un contributo di Paolo Nespoli dalla Iss e, a seguire gli interventi di Viscuso, di Giuseppe Reibaldi dell’Accademia Internazionale Astronautica (AIA) sullo stato dell’arte e le prospettive del cibo italiano nello spazio, dell’astronauta Franco Malerba che racconterà la vita sulla ISS. Dell’industria italiana di alimenti spaziali parlerà poi Paola Cane di Argotec, azienda torinese specializzata nello space food, mentre Andrea Zanini, portavoce del presidente dell’Asi, interverrà sull’eccellenza italiana nello spazio. A moderare il dibattito, il portavoce del direttore generale dell’Esa Franco Bonacina.

Caffè/Nello Spazio è l'International coffee day con l'espresso italianoL’evento sarà anche l’occasione per conoscere meglio le attività spaziali europee e, nello specifico, quelle italiane che sono anch’esse una eccellenza, forse ancora troppo poco nota. Franco Malerba, il primo astronauta Italiano, sarà tra i partecipanti della Tavola Rotonda che verrà “aperta” da un breve intervento di Paolo Nespoli in differita dalla Stazione Spaziale Internazionale a cui seguirá un intervento di Emanuele Viscuso, registrato in Messico, dove risiede. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *