LC Catania Faro Biscari, Adrano-Bronte-Biancavilla, Trecastagni. Conosciamo l’Autismo

Conosciamo l’Autismo. I Disturbi ed i Sistemi Comunicativi dello Spettro Autistico. Questo il Tema del Convegno Interclub svolto dai Club Lions della Zona 12 e 15 presso la sala conferenze dell’Hotel Nettuno di Catania. Lions Autismo 1 Il tavolo dei relatori dell’Interclub Lions del Distretto 108 Yb Sicilia

Autismo sindrome incurabile? Una delle malattie che colpisce quattro bambini su mille è l’autismo. Dal greco autos (stesso), l’autismo è un disturbo pervasivo dello sviluppo che si manifesta entro il terzo anno di vita.
Su questo argomento si è discusso a lungo nel corso di un convegno organizzato dal Lions Club Catania Faro Biscari con la partecipazione dei Lions Club Adrano-Bronte- Biancavilla e Trecastagni.
Erano presenti, tra gli altri, il past Governatore ing. Salvatore Ingrassia, il Presidente di Circoscrizione prof. Alfio Forzese, l’ambasciatore di Grecia dott. Arturo Bizzarro, l’ex ambasciatore di Malta all’Unesco Mr. Ray Bondin, officers, soci e invitati.
Dopo i saluti del presidente del Lions Adrano-Bronte-Biancavilla dott. Pietro Cortese e del Lions Trecastagni dott. Santo Rapisarda, il sindaco di Trecastagni on. Giovanni Barbagallo ha plaudito per la realizzazione del convegno e ha puntualizzato che è assolutamente opportuno sensibilizzare le istituzioni su questi problemi specifici.
Il presidente del Lions Club Catania Faro Biscari rag. Salvatore Cristaudo si è detto lieto della realizzazione del convegno che ha lo scopo di far conoscere in tutte le sfaccettature il male, e nello stesso tempo coinvolgere chi ci governa.
Il dott. Vincenzo Stroscio, componente del Service Distrettuale e moderatore della serata, ha affermato che l’autismo è un problema di grande interesse sociale, e che la problematica di questa malattia verrà esposta da un equipe di ottimi  tecnici di un’azienda di eccellenza: l’Associazione Oasi Maria SS. di Troina. Il Tema della serata – aggiunge Stroscio – è stato realizzato grazie alla collaborazione fattiva del dott. Vincenzo Neri del LC Adrano-Bronte-Biancavilla e della dott.ssa Rosa Maria Schinocca del Club di Trecastagni.
Il dott. Maurizio Elia, direttore scientifico dell’Oasi di Troina ha parlato su “Recenti acquisizioni neurobiologiche nei disturbi dello spettro autistico”. Secondo Elia la malattia è piuttosto diffusa ed è indispensabile intervenire sin dai primi sintomi che sono: disturbo della comunicazione, deficit dell’udito, isolamento,  scoppi di rabbia e a volte forte aggressività, ritardo mentale. In poche parole: un disordine genetico che si scopre già dai primi mesi di vita del bambino.
La dott.ssa Marinella Zingale, dirigente psicologa dell’Oasi di Troina ha trattato il tema: “I disturbi dello spettro autistico: dalla diagnosi precoce all’intervento”. Si son fatti molti passi avanti nella diagnosi precoce, ma gestire un ammalato è un grosso problema, visto che l’autismo comporta compromissioni intellettivi e socio-relazionali. L’autismo non si guarisce, ma con gli interventi di specialisti si può riportare, nel corso degli anni, una persona affetta da autismo alla quasi normalità.
La dott.ssa Grazia Silvana Suraniti, logopedista dell’Oasi di Troina, ha parlato del linguaggio, della comunicazione e comportamento verbale nell’autistico.
Il dott. Giovanni Pagana, medico di famiglia, ha ricordato che l’autismo riguarda l’intero ciclo della vita e che oltre ai disagi familiari la malattia comporta spese consistenti. Il prof. Forzese si è complimentato per la riuscita del convegno.
Ha concluso l’immediato Past Governatore Ingrassia che ha ricordato che a Barcellona Pozzo di Gotto esiste un centro autistico realizzato dai Lions che accoglie degenti di tutta la Sicilia e che a Linguaglossa è operante un centro per disabili gestito dai Lions.
È seguito un interessante dibattito. All’inizio dei lavori è stato ammesso al club come socio l’avv. Vincenzo Drago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *