L’attrice Maria Grazia Cucinotta madrina della moda italiana a Mosca

Milano – L’attrice Maria Grazia Cucinotta è stata la madrina di ‘Nation of Fashion’, una mostra dedicata alla promozione delle eccellenze italiane in Russia, nell’ambito della rassegna Exhibitaly-Eccellenze italiane d’oggi. L’esposizione ha presentato abiti e acces

sori dei più importanti brand italiani, con alcuni pezzi “cult” a testimonianza dell’unicità dello stile dei protagonisti della moda italiana.

 Ad accogliere i visitatori all’entrata del ‘Krasny Oktyabr’ (Ottobre Rosso) – il complesso che sino a qualche anno fa ospitava la fabbrica di cioccolata più famosa della Russia e oggi è tra i centri pulsanti della vita sociale e culturale moscovita – la “500 by Gucci”, un’edizione speciale dell’iconica Fiat 500, personalizzata da Frida Giannini, Direttore Creativo della maison fiorentina. Concept dell’allestimento i tessuti pregiati e innovativi, provenienti dalle collezioni passate e contemporanee reinterpretati dalle più famose maison. A testimoniare lo stile italiano, le creazioni firmate Agnona, Laura Biagiotti, Corneliani, Fendi, Alberta Ferretti, Gucci, Missoni, Ermanno Scervino, Valentino, Versace ed Ermenegildo Zegna.

Una particolare sezione è stata dedicata ai costumi realizzati per il cinema dagli anni ’50 a oggi: dalle creazioni della Maison Gattinoni per le celebri interpretazioni di Anna Magnani (Risate di Gioia, di Mario Monicelli, 1960), Lana Turner (Lo specchio della vita, di Douglas Sirk, 1959) e Ingrid Bergman (Europa 51, di Roberto Rossellini, 1952) agli abiti realizzati per l’episodio firmato da Federico Fellini del film corale ‘Tre passi nel delirio’ del 1967, a quelli interpretati da Mina, nelle storiche live session allo Studio Uno nel 1965, proposti dalla Fondazione Annamode.

Non poteva mancare l’alta gioielleria. In mostra due iconici preziosi Damiani, vincitori del Diamond International Award. Inoltre le storiche creazioni di Buccellati e il design contemporaneo delle collezioni Vhernier. Presente anche il settore dell’Urban Fashion con abiti e accessori Alcantara, Bagutta, Furla, Guardiani, K-Way, Lubiam, Marinella, Pirelli PZero, Faliero Sarti, Superga, Vibram. In esposizione anche stole e veli da sposa di Caprai, lingerie La Perla e calze Gallo.

Una sezione ad hoc è stata dedicata alle calzature. In collaborazione con Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani (Anci), la mostra ha reso omaggio alla grande tradizione calzaturiera italiana, raccontando come fin dalla prima metà del secolo scorso i Maestri Calzaturieri italiani siano stati precursori di un design e una qualità talmente innovativi da essere ancora oggi fonte di ispirazione per tutti i grandi designer internazionali. In esposizione creazioni provenienti da Musei e Collezioni private, con esemplari della tradizione calzaturiera italiana tra gli anni  ’30 e gli anni ’70.

Una sezione di proposte per l’autunno/inverno 2013-4 ha completato l’esposizione: Baldinini, Ballin, De Robert, Dyva, Fratelli Rossetti, Marino Fabiani, Greymer, Kelton, Silvano Lattanzi, Manas, Andrea Morelli Nouckha, Mossouri, Luciano Padovan, Non sono mancate le scarpe gioiello Caovilla e le calzature artigianali di Calzoleria Rivolta.

(Fonte: Adnkronos)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *