L’artista Cettina Pagano, parteciperà alla Biennale di Sicilia a Palazzo Jung

Cettina Pagano artista di Santa Teresa Di Riva, in provincia di Messina, è amante dell’astrattismo che utilizza il surreale in un contesto reale.

Cettina 2

Delicata, lei usa la sua natura così incline alla dolcezza anche nelle sue pitture. Come esprime la sua arte appieno?

“Vorrei, sinceramente, ringraziarla, gentilissima dottoressa Chiara Fici, per aver utilizzato un termine molto affascinante nel definirmi delicata e nel chiedermi un’autoanalisi riguardante la mia espressività artistica.

Sì, amo essenzialmente, la gentilezza, il garbo e la bellezza dell’anima pur essendo un’istintiva, in particolare, lo spirito umano e, in tutto questo, adoro trasferire i sentimenti nelle  mie esperienze grafiche. Adoro l’arte contemporanea e mi definisco un’allieva Kandinskijana.

Esprimo la mia spiritualità e il mio modo di vivere l’arte con delle immagini al momento, immagini immediate (fiori, paesaggi) o con dei pensieri elaborati (sguardi, stati d’animo, corpi fisici), utilizzo qualsiasi tecnica (chine, pastelli, carbhotelli, oli, tempere, acquarelli) o capacità inventiva che vivo istintivamente sia nel creare oggetti o nella stesura  di un semplice disegno”.

opera6

Come definirebbe la sua arte?

“La mia arte nasce dal desiderio di raccontarmi ed esprimermi con naturalezza. Sono un’ amante dell’astrattismo che utilizza il surreale in un contesto reale…”

Arte è anche per lei sinonimo di serenità. L’ha accompagnata in periodi difficili psicologicamente. Qual è il segreto per essere sereni allora: essere artisti, ammirare arte, o…?

“Il segreto per essere sereni, per un artista che sinceramente ama l’arte, è vivere e respirare il mondo della creatività in ogni cosa e in ogni contesto. Per me il colore è musica e come Kandinskij amo la danza e la melodia dei colori…”

opera3

Nel suo prossimo futuro vede anche la partecipazione di importanti eventi di cultura come per esempio la Biennale di Sicilia che si svolgerà a Palazzo Jung a Palermo in Via Lincoln?

“La Biennale di Sicilia è una grande opportunità, un’opportunità a tutto tondo, per chi ama proporsi nella sua espressività artistica. Un grande onore per un artista siciliano e, sinceramente, spero di parteciparvi”.

Molti gli artisti che con impeto e gioia stanno aderendo all’importante Biennale di Sicilia, che si svolgerà tra circa due mesi in una prestigiosa sede che offre il Comune di Palermo sempre attento e sensibile all’Arte e a chi ama l’arte in ogni sua  forma.

quadrati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *