La Tigre della Malesia, Kabir Bedi, compie 70 anni

Giorno 16  gennaio Sandokan spegnerà ben 70 candeline

Meraviglioso, magnetico, Kabir Bedi, che negli anni ’70 interpretò Sandokan, produzione televisiva, capitanata da un coraggioso Stefano Sollima che si imbarcò in questa mervigliosa avventura cinematografica. Giorno 16 Sandokan spegnerà ben 70 candeline. Nato nel 1946 a Lahore, nel Punjab pachistano (allora parte del dominio coloniale britannico), ha frequentato lo Sherwood College di Nainital. In Italia ha ricevuto il Pegaso d’oro alla carriera nel 2007.  Nel 2010, è nominato cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.  Oggi la tigre graffia ancora, con  una nuova compagna, Parveen Dusanj, e rimane uno degli attori indiani più celebri all’estero, Hollywood compresa.

La storia è stata scritta da Emilio Salgari, un grande cast  formato da: Kabir Bedi, la bella “perla di Labuan” Carol André,  il “cattivo” Adolfo Celi, l’amico Yanez, Philippe Leroy, il colonnello inglese Andrea Giordana.

La serie tv incollò  30 milioni di telespettatori al video ed è stata una delle produzioni internazionale della Rai in collaborazione con Eneide e Odissea.

L’attore Bedi ha partecipato a numerosi film da  Octopussy (007 Operazione Piovra) dove ha recitato la parte dell’avversario di Roger Moore, con Micheal Caine, nel film Ashanti; era l’estroso principe nel The Thief of Baghdad (Il ladro di Bagdad) e copriva l’omonimo ruolo in The black pirate (Il corsaro nero). Ha opartecipato a numerose soap opera.

Ancora oggi lo ricordo  con gli occhi truccati con il kajal, bellissimo… e la famosa frase: “La tigre di Mompracen ruggisce ancora”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *