La Sezione di Messina del Centro Ufologico Nazionale invitata dalla Unitre-Università delle Tre Età di Santa Teresa di Riva

“Discutendo di ufologia…” è il titolo dell’Incontro svoltosi giovedì 15 novembre alle ore 17,30 a Villa Ragno – Santa Teresa di Riva (Me)Locandina 15novembre2018

L’Incontro è stato organizzato giovedì 15 novembre 2018 alle 17,30 a Villa Ragno dalla Unitre-Università delle Tre Età di Santa Teresa di Riva, presieduta dal prof. Santino Albano. Nel quadro delle sue attività culturali, Unitre ha invitato la Sezione di Messina del CUN, coordinata da Antonio Morreale e Rosaria Landro che hanno fatto da relatori nell’Incontro dal titolo “Discutendo di ufologia…”. La Unitre – Università delle Tre Età, costituisce un motivo di orgoglio e di prestigio per Santa Teresa di Riva e l’intera riviera jonica messinese, compreso l’entroterra, perché rappresenta uno dei pochi poli culturali di notevole interesse in quel territorio.UNITRE

Unitre, che ha come scopi quello di formare, informare e aprirsi al Sociale, nasce a Torino nel 1975 ed oggi conta 268 sedi in Italia di cui 24 in Sicilia. Il CUN, Centro Ufologico Nazionale, il 21 gennaio 2017 ha compiuto 50 anni dalla sua fondazione avvenuta a Milano il 21 gennaio del 1967. A livello nazionale il Presidente è il dott. Vladimiro Bibolotti ma per anni lo è stato il dott. Roberto Pinotti, past president, fondatore e attuale Segretario Generale del CUN, mentre per la Sicilia il Presidente è il dott. Attilio Consolante.

Prof. Santino Albano

Prof. Santino Albano

Dopo l’introduzione del prof. Santino Albano è seguita da parte dei relatori una breve sintesi di quello che è il CUN,  dei suoi scopi che sono quelli di studiare scientificamente e senza pregiudizi il fenomeno U.F.O., diffondere obiettivamente i dati e le conoscenze acquisite relativamente allo stesso e quello di attuare tutte quelle iniziative connesse agli scopi suddetti e decise dagli organi del Centro. Il CUN organizza poi ogni anno il Simposio Mondiale di San Marino con illustri ospiti italiani e stranieri e in uno di questi è intervenuta anche la sezione di Messina con Rosaria Landro e Antonio Morreale in una relazione sulla messaggistica radio-interstellare dal titolo METI, Messaging to Extra Terrestrial Intelligence.

Antonio Morreale - Rosaria Landro

Antonio Morreale – Rosaria Landro

Diversi gli ospiti stranieri di spessore internazionale che il  CUN Messina ha portato nella città dello Stretto fra cui l’astrofisico russo prof. Alexander Zaitsev, che operava presso il Radar-Telescopio di Evpatoria in Crimea con la sua prima conferenza mondiale sul progetto METI, proprio a Messina, l’ingegnere francese Jean-Jacques Velasco, membro del CNES, l’agenzia spaziale francese,  con le sue ricerche sul caso Roswell, il prof. norvegese Erling P. Strand, scienziato che lavora come docente presso l’ Østfold University College in Norvegia, laureato in Ingegneria Elettrica presso l’Università di Trondheim che ha parlato delle luci di Hessdalen e, da Viterbo, Arturo Vittori, architetto e designer conosciuto a livello internazionale anche come autore di progetti spaziali, autore nella nostra città della pregevole OperaLa Fenice di fronte alla Chiesa dei Catalani in Piazza della Memoria.

Durante l’Incontro a Villa Ragno si è parlato di ufologia, a partire dal 24 luglio del 1947, data che segna ufficialmente l’inizio dell’ufologia moderna quando un pilota di un aereo da turismo di nome Kenneth Arnold, in volo nei pressi del Monte Rainer (Washington) avvistò degli Ufo al caso dell’Ufo Crash di Roswell nel Nuovo Messico, dalle dichiarazioni rese da noti esponenti di governo, della Chiesa e da militari di elevata attendibilità agli attesissimi filmati di avvistamenti avvenuti qui in Sicilia, in altre regioni italiane e all’estero.

(Per le foto la collaborazione di Pino Fede)15-11-18 (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *