La processione del Bambin Gesù dal 1887

La Confraternita Maria SS Della Luce, nel 130° anniversario dell’Istituzione della processione del Bambinello, invita a festeggiare uniti in preghiera la festività del Santo Natale 201725394050_1635093623219074_1487638675_n

La processione un tempo partiva all’alba dalla Chiesa della Luce ma, dopo il terremoto e la distruzione del 1908, il luogo di partenza è stato spostato alla Chiesa di San Francesco d’Assisi all’Immacolata. Numerosi  sono gli eventi in programma in occasione del 130° anniversario della Processione del Bambino Gesù, un calendario pieno di appuntamenti che si concluderà il 6 gennaio con la Festa dell’Epifania del Signore. Domani sera, infatti, ci sarà uno fra gli eventi più importanti del programma, ovvero il Concerto di Natale con la Banda Giuseppe Verdi di Faro Superiore, mentre dal 16 al 23 dicembre, ogni pomeriggio, la novena di Natale.

25446450_732132350318793_4113001102039692789_n

La Banda Giuseppe Verdi che, domani 22 dicembre alle ore 19, eseguirà il Concerto nel Tempio di S. Francesco d’Assisi all’Immacolata di Viale Boccetta, ha una storia, interrotta solo nel periodo della guerra, che risale addirittura al 1882, dove alcuni appassionati di musica, a Faro Superiore, crearono questo complesso bandistico. Neanche la mancanza di mezzi economici frenò i fondatori della banda musicale in quanto tutti gli abitanti del paese contribuirono all’acquisto degli strumenti musicali necessari. Nel corso degli anni questa associazione, protagonista nell’ambito di importanti manifestazioni civili e religiose, è riuscita ad imporsi all’attenzione regionale, nazionale e internazionale.

Chiesa_di_San_Francesco_all'Immacolata_-_Viale_Boccetta,_Messina_-_Italy_-_18_April_2009

La Confraternita Maria SS. Della  Luce invece si è formata quasi contemporaneamente alla costruzione della Chiesetta, dedicata alla Madonna della Luce, dove molte “devote ed oneste persone” di ceti e condizioni diversi si riunirono in “Congregazione” e presero “l’onorato titolo di Schiavi della Madonna della Luce”, giurando di servirLa ed onorarLa e di assumersi il piacevole compito di accompagnare, ogni qual volta vi fosse stato bisogno, il Santissimo Sacramento “tenendo in mano una lanterna”. Con ciò volevano significare che erano “portatori di luce” nei cuori, specialmente di chi aveva necessità di ricevere “il Viatico”. In seguito venne stabilita, e poi regolarmente celebrata, una solennità in onore della Madonna della Luce nell’ultima domenica di Agosto. Cosa che ancor oggi la Confraternita continua a fare. Oggi la “Confraternita di Maria SS. della Luce” rinnova l’impegno, espresso davanti alla Madonna, di professare la fede, il culto e la memoria dei suoi miracoli in mezzo ai fedeli, grata di essere stata ospitata nel Tempio di S. Francesco all’Immacolata, fin dall’indomani della catastrofe del 1908, che l’ha privata della sua sede.processione_foto

La Confraternita cura ,ogni anno, la solennizzazione della novena del Bambino Gesù, provvedendo alla predicazione fino alla notte di Natale, alla tradizionale processione per le vie cittadine ed a tutte le altre manifestazioni, connesse con le altre festa natalizie, che culmineranno nella sera dell’Epifania con la processione del Bambino Gesù “intra moenia”, cioè attorno alla Chiesa di San Francesco all’Immacolata. A riconoscimento della sua appartenenza all’antica Congregazione, la Confraternita attuale conserva le insegne tradizionali, consistenti in una terna: – collare completo di medaglione d’argento sbalzato raffigurante la Natività; – sciarpa azzurra con stampigliatura raffigurante la Natività; – tenuta composta da un mantello azzurro con distintivo raffigurante la Natività, guanti bianchi, basco con le insegne della Confraternita. – Stendardo recante al centro l’immagine dello Spirito Santo e la Natività su fondo chiaro e sulla parte alta la scritta “Confraternita Maria SS. della Luce”, ricamata in rilievo con caratteri dorati. Sulla Chiesa di San Francesco all’Immacolata possiamo dire che è un imponente tempio, la seconda per dimensioni delle chiese di Messina, che sorge sul viale Boccetta e le cui possenti absidi merlate sono raffigurate nel dipinto La Pietà con tre angeli di Antonello da Messina che si trova al museo Correr di Venezia. Primo tempio dell’ordine francescano in Sicilia, edificato in periodo angioino nel 1254, in onore di San Francesco appena 28 anni dalla sua morte per volere di alcuni nobili messinesi e degli stessi frati. La prima pietra fu benedetta dal Papa Alessandro IV, vi soggiornò al suo passaggio da Messina, sant’Antonio di Padova. La sua slanciata ed imponente architettura riecheggia forme nordiche.13325657_1076675729059711_8953804162529639409_n

E’ da qui che, dopo la S.Messa delle ore 24.00, partirà alle ore 01.00 la Processione del Bambinello Gesù col seguente itinerario: Chiesa San Francesco d’Assisi all’Immacolata – V.le Boccetta – P.za Fontana Arena – Via Longo – P.za Gaggini – V.le Boccetta – V.le Garibaldi – P.za La Corte (Muricello) – Via A.M. Jaci – Via Fata Morgana – Via Mons. D’Arrigo – P.za S. Vincenzo – Via S.Giovanni di Malta – Via F.lli Bandiera – e quindi il ritorno alla Chiesa San Francesco d’Assisi. 14142081_517835195081844_795347693182124668_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *