La nascita di Internet, la rete che ha rivoluzionato il mondo

Internet è diventata una vera e propria risorsa per il mondo moderno. La sua nascita avvenne negli Stati Uniti, alla fine degli anni sessanta, precisamente nel 1969, l'anno del primo sbarco dell'uomo sulla luna.

Internet-che-che-cosè-e-come-funziona-960x509

Ma precisamente, a cosa serve? Internet ci permette di scambiare informazioni e dati in tutto il mondo senza limiti. Il suo nome era originariamente ARPANET (Advanced Research Projects Agency NETwork), un progetto creato dall'agenzia ARPA, in collaborazione con le università americane di Boston, Santa Barbara, Utah e Stanford. Questa rete di telecomunicazioni, diventata poi di comunicazione di massa e nata nel 1969, aveva scopi prettamente militari e fu progettata dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti come sistema di difesa contro l'Unione Sovietica durante la guerra fredda, terminata nel 1989 con la caduta del muro di Berlino. Infatti, non tutti ne avevano libero acceso, poiché molto riservata. Nel 1971, nacquero la posta elettronica, comunemente chiamata e-mail e i primi esperimenti di commercio elettronico (e-commerce) su Arpanet. Nel 1973, il sistema di linguaggio universale TCP/IP (transmission control protocol) creato da Robert Kahn e Vinton Cerf e utilizzato ancora oggi. Da quell'anno, Arpanet approda anche in Europa e l'Italia fu il quarto Paese ad accedervi per la prima volta. Il termine INTERNET venne coniato nel 1980 e nel 1983, venne ideata una rete militare del governo americano, la MILNET. Nel 1985 nacquero i famosi DNS (Domain Name System), cioè i domini, fondamentali per la realizzazione dei futuri siti web. Nel 1988, venne ideato IRC (Internet Relay Chat), un software per chattare. Internet venne finalmente aperto ai civili nel 1989 e l'anno seguente ARPANET venne chiuso.

arpanet-thumb-640x402-43673

Nel 1991,  nacquero in Svizzera, il sistema HTTP e il linguaggio HTML, il cui ideatore è Tim Berneers-Lee. Essi diedero così vita al World Wide Web (WWW). Le pagine HTML erano prive di grafica e presentate come documenti in cui erano contenuti dei link, ovvero collegamenti per accedere ad altre pagine. Con la nascita del browser, infatti, si passò ad ottenere pagine con contenuti grafici. Il primo browser fu Mosaic, creato da Marc Andreessen. Esso venne poi soppiantato da Internet Explorer rilasciato da Microsoft, nel 1995. Dagli anni 90 in poi si sono susseguiti una serie di cambiamenti nel mondo della rete globale, come la nascita di Google, Amazon, PayPal, ecc, ecc. Dal 2000, inizia una vera e propria rivoluzione tecnologica con un vertiginoso aumento dei computer connessi alla rete e con la nascita dell'ADSL in Italia. La diffusione di Internet è senz'altro anche merito dei telefoni cellulari, che lo hanno portato ovunque e grazie ai futuri smartphone è stato possibile sostituire i computer. Il 2004 è l'anno dei social network, chiamato web 2.0, inaugurato con Facebook di Mark Zuckerberg e seguito da altri come WhatsAppInstagram.

Possiamo quindi affermare, che l'importanza di internet è sempre più aumentata con gli anni e che è quindi diventato quasi indispensabile nella nostra vita quotidiana. Seppur abbia mille risorse, è giusto ricordare che si tratta anche di un'arma a doppio taglio, per via di molti contenuti cruenti (si trovano in gran parte sul Dark Web, la parte più oscura di internet), che potrebbero condizionare molte persone. Bisogna inoltre prestare attenzione alle false informazioni (conosciute anche come fake news) divulgate per scopi non benevoli. È dunque fondamentale imparare a distinguere ciò che è veritiero e non, affidandoci a fonti più autorevoli.

37bea-web2-0byjohnpereless

Qualche passo indietro nel tempo. Com'è nata l'informatica?

Prima della nascita della rete, la tecnologia stava già iniziando ad evolversi. Il primo programmatore al mondo fu una donna, ovvero la britannica e matematica Ada Lovelace, la quale utilizzò la prima macchina differenziale capace di svolgere qualsiasi operazione, ideata da Charles Babbage nel 1837. L'informatica nacque ufficialmente nel 1936 con la macchina di Alan Turing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *