La musica di “Magie Barocche” risuona a Palazzo Biscari

La VI edizione del festival a Catania dal 10 ottobre all’8 dicembre. Il direttore artistico Antonio Marcellino "Un programma dal respiro europeo"

marcellino_sito

Nella foto il direttore artistico Antonio Marcellino

Il Festival Internazionale del Val di Noto "Magie Barocche", guidato dal direttore artistico Antonio Marcellino, musicologo tra i più accreditati nell’ambito della musica antica, approda felicemente quest’anno alla sua sesta edizione, confermando il progetto vincente di un programma concertistico di altissimo livello artistico-culturale, con artisti di spicco del panorama europeo.

"Magie Barocche" è sostenuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nonché dall'Assessorato regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo della Regione Siciliana, con il patrocinio della Città metropolitana di Catania e del Coordinamento Comuni UNESCO Sicilia.

I sedici straordinari concerti in programma si svolgeranno quest’anno a Catania, dal 10 ottobre all’8 dicembre, tutti all'interno dell’incantevole e principesca cornice scenografica di Palazzo Biscari, con l’unica eccezione della monumentale Chiesa di San Nicola l'Arena che ospiterà l’appuntamento del 26 novembre.

La scelta della sede di Palazzo Biscari, il più importante palazzo nobiliare della città etnea, è particolarmente illuminante, non solo perché al suo interno ospita una preziosissima sala della musica, ma anche per l’apporto storico-artistico e il significato simbolico che rappresenta per Catania, essendo stata dimora di un principe illuminato (Ignazio Paternò Castello, V Principe di Biscari), ammirato da tutte le corti europee settecentesche e frequentato dai più illustri intellettuali, filosofi, poeti (basterebbe citare Goethe), artisti e compositori dell’epoca, tra i quali si annoverano anche i maestri del giovane Vincenzo Bellini.

Da più di dieci anni "Magie Barocche" offre al suo fedele pubblico, ai turisti e ai viaggiatori, spettacoli di grandissimo valore e l’edizione 2016 supera ogni aspettativa per la presenza di autentiche stelle della scena musicale internazionale.

programma_generale_6_festival_internazionale_del_val_di_noto_magie_barocche_interno

Il concerto inaugurale (10 ottobre), dal titolo Napoli! L’età d’oro della commedia per musica napoletana, sarà affidato al maggiore specialista di questo repertorio, il maestro Antonio Florio con la sua Cappella Neapolitana e al tenore/attore Pino De Vittorio.

Come afferma il direttore artistico Antonio Marcellino, «il Festival "Magie Barocche" si colloca nella linea di coerente prosecuzione della sua storia, anche attraverso i vari riconoscimenti e il Diapason d’Or del 2009 ottenuto grazie all’incisione della Music for the Royal Fireworks di Händel. In sintesi, un programma e un festival dal respiro europeo, trait d’union fra l’uomo di ieri e quello di oggi, nell’eroica prospettiva di diffondere sempre più la conoscenza della musica barocca all’interno delle meraviglie architettoniche siciliane, delle quali Palazzo Biscari è un fulgido esempio. E, specularmente alla chiusura dell’edizione 2015 con il Coro della Cappella Giulia, siamo orgogliosi di annunciare, come si conviene ad un festival internazionale che opera con lungimiranza le scelte della programmazione, l’inaugurazione nell’ottobre del prossimo anno a San Nicola l’Arena con la Cappella Musicale Pontificia Sistina».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *