La musica elettronica di Fennesz incontra nuovi linguaggi con gli Ozmotic

E’ fissato per giovedì 12 novembre il primo evento targato #livesumarte dislocato negli Space del Marte Mediateca Arte Eventi di Cava de’ Tirreni (Sa): il genio austriaco dell’elettronica glitches Fennesz incontra gli OZmotic di Torino, combo di musicisti italiani dediti alla sperimentazione. 

Fennesz è nato il giorno di Natale del 1962. È cresciuto a Neusiedl Am See, piccola città del Burgenland austriaco sul lago Neusiedler, in Austria. Inizia a suonare la chitarra intorno all’età di 8 o 9 anni. Inizia ad essere operativo nella scena techno viennese nei primi anni 90. Successivamente, inizia a produrre musica facendo ampio uso di chitarra e sintetizzatori.

A partire dagli anni 90, Fennesz ha collaborato con Ryūichi Sakamoto, Keith Rowell e Sparklehorse. Ha anche lavorato con Peter Rehberg, Jim O’Rourke, David Sylvian, Mark Linkous e Mike Patton. Legato dapprima all’etichetta viennese Label Mego, lavora dal 2001 con la britannica Touch.

Ozmotic sono un duo elettronico strumentale con base logistica a Torino. Composto da Stanislao Lesnoj e SmZ, il duo è ispirato da sonorità contemporanee che vengono dalla musica classica e ambient, così come dalla musica concreta, il glitch, il noise ed il jazz, plasmando un sound caratterizzato da una profonda varietà di timbri e raffinata ricerca ritmica. Stanislao Lesnoj è sassofonista, fisico specializzato in analisi timbrica, acustica architettonica e ambientale, mentre SmZ è percussionista, compositore, sound designer e performer, ha suonato e collaborato in Italia ed in Europa a fianco di artisti di fama internazionale.

Nel 2006 ha suonato e diretto 80 percussionisti nella cerimonia di apertura dei xx giochi olimpici di Torino in mondovisione. Nel 2012 realizza con Stanislao Lesnoj un progetto cross-mediale commissionato dalla Provincia di Torino sul Soundscape che viene presentato a MITO Settembre musica, Fondazione Pistoletto, Musica90. Da quel progetto nascono le basi per “Air effect”, l’album nato con la collaborazione di Christian Fennesz, in attesa del secondo album previsto per il 2016.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *