La giornata della Terra, manifestazione a difesa dell’ambiente

Iniziative in tutto il mondo per ribadire la necessità
di uno sviluppo eco-compatibile

Oggi, 22 aprile è l’Earth Day. Un miliardo di persone in 175 nazioni sono pronte a farsi coinvolgere per la difesa dell’ambiente. In tutto il mondo, la giornata sarà scandita da eco-eventi per ribadire la necessità di uno sviluppo sostenibile.
La Giornata della Terra è giunta alla 43.ma edizione. Era il 1970, infatti, quando 20 milioni americani risposero a un appello del senatore democratico Gaylord Nelson, partecipando a una manifestazione in difesa del pianeta. In Italia la Giornata della Terra si celebra dal 2007. Nel nostro Paese, l’appuntamento clou sarà ‘Concerto per la Terra’ di Fiorella Mannoia e l’artista algerino Khaled, al Teatro della Luna di ASSAGO
Per l’occasione Earth Day Italia ha lanciato la campagna di sensilibilizzazione ‘Io ci tengo’ per diffondere messaggio e di educazione a comportamenti sostenibili. Suggerite anche 15 azioni green per aiutare il Pianeta. Si va dall’alimentazione alla mobilità, dai rifiuti all’acqua, fino all’energia. 

In particolare, sul fronte alimentare i consigli sono due: mangiare piu’ frutta e verdura, le cui produzioni hanno un impatto ambientale inferiore, e riciclare l’olio delle fritture portandolo alle isole ecologiche, perche’ 1 kg di olio disperso nell’ambiente inquina mille metri cubici di acqua.
E proprio per risparmiare acqua, occorre verificare che i rubinetti non gocciolino e chiuderli mentre si lavano i denti o ci si insapona sotto la doccia, considerando che in 4 minuti scorrono 50 litri di acqua.
Passando ai rifiuti, bisogna riciclare il vetro, che consente un risparmio annuo di 400 tonnellate di petrolio, la plastica, di cui ognuno produce 30 kg all’anno, e la carta, per salvare gli alberi e risparmiare acqua e luce.
Fondamentale è riciclare i pneumatici e fare la raccolta differenziata dei farmaci, che possono inquinare. Per le apparecchiature elettroniche, inoltre, la scelta più verde sono le batterie ricaricabili. Sempre in tema di elettronica, il risparmio energetico si pratica spegnendo gli standby di televisori e dvd e staccando i caricabatterie dalla prese. Per i Pc, se 100 italiani li spegnessero durante la pausa pranzo, eviterebbero di immettere in atmosfera 8 kg di CO2. Inoltre è utile impostare lo spegnimento dello schermo dopo pochi minuti di inattività. In estate, poi, è positivo non abituarsi a esagerare con l’uso del condizionatore tenendolo acceso tutta la notte.
L’ultima azione green riguarda la mobilità e invita all’uso dei mezzi pubblici: 10 km percorsi in autobus invece che in auto evitano l’emissione di oltre 1,5kg di CO2.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *