LA GDF  DI VENEZIA CELEBRA I 400 ANNI DALLA NASCITA DI FRANCESCO MOROSINI

La mostra, nel corso della quale saranno esposti documenti, carte, mappe e opere a stampa, nonché buona parte dei dipinti che, realizzati tra Sei e Settecento, celebravano le imprese del doge e condottiero

guardia di finanza-8-2-2 (1)

Presso la Sala del Piovego di Palazzo Ducale a Venezia, è appena iniziata la presentazione ufficiale del programma delle celebrazioni per i 400 anni dalla nascita di Francesco Morosini.

L’evento in questione anticipa una serie di iniziative promosse dal Comitato Organizzatore, composto da Enti ed Istituzioni operanti a Venezia, di cui si onora di far parte la Guardia di Finanza, rappresentata dal Comando Regionale Veneto che, per quattro mesi, a partire dalla metà di giugno, allestirà  presso la propria sede di Campo San Polo (in collaborazione con il Museo Correr, l’Archivio di Stato di Venezia, l’Università Ca’ Foscari e con il supporto del Museo Storico della Guardia di Finanza) un percorso espositivo tematico che ripercorrerà le guerre del Morosini a Candia e in Morea.

La mostra, nel corso della quale saranno esposti documenti, carte, mappe e opere a stampa, nonché buona parte dei dipinti che, realizzati tra Sei e Settecento, celebravano le imprese del doge e condottiero, si svilupperà nelle sale dello storico Palazzo Corner Mocenigo – realizzato fra il 1552 e il 1564 su progetto di Michele Sanmicheli e dimora dei Corner di San Polo, famiglia che ha dato 4 dogi alla Serenissima – recentemente oggetto di un interventi di recupero e riscoperta di importanti parti architettoniche e di arredo, nonché di riposizionamento in sito di riproduzioni in tela a grandezza naturale di opere di artisti del calibro di Giambattista Tiepolo, Pietro Liberi e Sebastiano Ricci, i cui originali sono oggi esposti presso il Metropolitan Museum of Art di New York, la National Gallery of Australia di Canberra, la National Gallery di Londra, il Rijksmuseum di Amsterdam e il Musee Jacquemart André di Parigi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *