La Fondazione Lions Club International in aiuto delle popolazioni colpite da Sandy

La Fondazione è riuscita  a mobilitare sussidi per 220.000 dollari a favore delle popolazioni colpite dall'uragano Sandy, fornendo cibo, acqua, coperte e lampadine

All'inizio di novembre i Caraibi e la costa orientale degli Stati Uniti sono stati colpiti dall'uragano Sandy, causando centinaia di danni a cose e persone. Nello scenario delle associazioni, sicuramente i Lions sono quelli che si adoprano di più in situazioni di emergenza. Infatti, i Lions non sono solamente presenti sul luogo, aiutandosi a vicenda e sostenendo le comunità colpite, ma stanno offrendo da tutto il mondo generose donazioni a favore del fondo per i soccorsi in caso di calamità della Fondazione Lions Clubs International. Il presidente, Wing-Kun Tam, ha messo in moto tutti i meccanismi per aiutare le popolazioni colpite, con una serie di iniziative.
 
È stato grazie al fondo per i soccorsi in caso di calamità che la LCIF ha potuto reagire prontamente all'uragano Sandy, mobilitando sussidi per US$220.000 a favore dei bisognosi. Hanno utilizzato i fondi offerti, fornendo cibo, acqua, coperte e lampadine. Le donazioni al fondo per i soccorsi in caso di calamità sono valide ai fini dei riconoscimenti MJF, e andranno a sostenere, nelle prossime settimane, le vittime dell'uragano Sandy, a meno che non si verifichi una calamità di entità simile che richieda un'immediata risposta da parte dei Lions.
 
Oltre ai soccorsi in caso di calamità, i Lions sono in grado di incidere sulla vita della gente con servizi prestati in molti altri settori. Basti guardare all'impegno profuso per eliminare il morbillo. Non soltanto abbiamo raggiunto l'obiettivo della sfida posta dalla Fondazione Bill & Melinda Gates di raccogliere US$10 milioni per la lotta al morbillo. Ciò significa che un numero anche maggiore di bambini saranno vaccinati e, pertanto, verranno loro risparmiati i deleteri effetti del morbillo.

I Lions uniti nel mondo in grado di aiutare milioni di persone!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *