La donna è Rock! Rock History alla Ca.Ri.Go a Gorizia

La donna è rock, parola di Rock History! Martedì 8 marzo, alle ore 10.30 nella sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia va in scena una tappa speciale di “Rock History: suona la storia” dal titolo “Woman in Rock”. L’incontro è organizzato da Soroptimist Gorizia e Ca.Ri.Go.
patty smith a villa manin 1 agosto 2015

Martedì 8 marzo alle 10.30 del mattino, presso la Sala Conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia (via Carducci 30), la festa della donna ha un sapore speciale: “Woman in Rock” è il titolo dell’appuntamento straordinario di “Rock History. Suona la storia, il progetto multimediale che sta coinvolgendo migliaia di ragazzi in regione e che approda all’appuntamento goriziano al femminile grazie all’organizzazione di Soroptimist International (Club di Gorizia), con il sostegno della Ca.Ri.Go e del Comune di Gorizia e con la collaborazione della Consulta Provinciale degli studenti.

All’appuntamento straordinario di “Rock History” – percorso iniziato nel novembre 2014 grazie al sostegno della Regione e all’idea di Cam Arte e Musica di Monfalcone – partecipano gli studenti (anzi … le studentesse: il pubblico sarà in prevalenza femminile!) degli istituti secondari superiori Cossar-Da Vinci, Fermi e D’Annunzio, grazie all’interessamento di Paolo Mileta, responsabile della Consulta degli studenti; l’incontro viene introdotto da Antonella Franco, Presidente del Soroptimist goriziano.RH pic 01

Rock History. Suona la storia” ha al suo attivo quasi 70 conferenze nelle province di Gorizia, Trieste e Udine e a maggio 2016 avrà coinvolto quasi diecimila studenti (sono già quasi settemila!); ben 10 scuole lo hanno inserito nel Piano di Offerta Formativa Triennale. Oggi il progetto ha il piacere di rinnovarsi ad hoc per la giornata della donna, dedicando il suo “viaggio” nella storia della musica e della società alle principali figure femminili (al loro impegno e al loro ruolo nell’immaginario dei giovani) che dagli anni Settanta a fine secolo scorso hanno determinato le sorti della cultura musicale mondiale. Da Aretha Franklin a Patti Smith, da Tina Turner a Madonna, da Cindy Lauper a Carole King fino a Courtney Love, Sinead o’Connor e Alanis Morrisette: è Gabriele Medeot, ideatore del progetto, il narratore del viaggio immaginario che conduce i ragazzi attraverso le fermate di una fantastica metropolitana, le cui linee tracciano il percorso di trent’anni di musica rock. rock History
Aneddoti, narrazioni, miti e leggende, successi e insuccessi, ascolti musicali, video, letture e il supporto di materiali autentici (dai vinili alle locandine ai gadget dei concerti) compongono il racconto attraverso i simboli (in questo caso) femminili della musica rock e del suo valore culturale e sociale: il gospel viscerale della Franklin lascia il posto alla rivoluzionaria Smith di “Because the Night“, fino alla cinquantennale carriera di Tina Turner incontestata regina del Rock dagli anni Settanta e alle provocazioni di “Like a Virgin” di Madonna, solo per citarne alcune. Due ore di immersione completa, di grande coinvolgimento, di empatia totalizzante, alle quali i ragazzi rispondono sempre affascinati e con molte domande e riflessioni. Un modo diverso di educare i giovani al senso critico, senza pesantezza, in un complesso ambito culturale.

Come spiega anche Antonella Franco, è proprio per questo che Soroptimist ha scelto “Rock History” per la giornata della donna: “nel risvolto più pertinente agli obiettivi e interessi del Soroptimist è la presenza delle donne nella storia della musica rock. Crediamo che la musica sia un fenomeno culturale espressione della realtà e delle problematiche ad essa contemporanee e che essa costituisca uno dei pilastri della socializzazione fra i giovani, e quindi una strada da percorrere per poter raggiungere e comunicare con le nuove generazioni“.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *