I Festival di Lampedusa con la Dir.Artistica di Luca Vullo dal 27 al 29 settembre

Tre giorni di cinema, musica, food, street art, performance, dibattiti e tanto altro per declinare con il linguaggio universale dell’arte il «rispetto» fondamentale verso l’uomo e i suoi diritti, verso l’ambiente e il suo ecosistema. 

FDL-PRESS-KIT-PH_23

Il valore è tutto racchiuso nel nome: “Festival di Lampedusa”, che in tre parole suggerisce subito l’idea di una kermesse culturale e artistica in un’isola – la più a sud d’Europa – che fin dall’antichità è scenario di spettacoli naturalistici e crocevia di popoli mediterranei. Un evento pensato come una grande occasione di scambio interculturale, rivolto a tutti i tipi di pubblico che, dopo lo start dello scorso anno, torna con la seconda edizione nel weekend del 27, 28 e 29 settembre 2019, grazie all’impegno civico dei giovani dell’Associazione Lampaethusa, con l’organizzazione di Hub Turistico Lampedusa e Ondemotive Productions, il patrocinio del Comune di Lampedusa e Linosa, e la media partnership di RDS – Radio Dimensione Suono.

Il direttore artistico della manifestazione è Luca Vullo, regista e produttore cinematografico e teatrale di origine siciliana e londinese di adozione, che ha dimostrato di amare e rispettare l’isola anche con la realizzazione del suo documentario di successo internazionale “CCÀ SEMU” (Siamo qui) proprio girato a Lampedusa e con i lampedusani per raccontare al mondo cosa vuol dire vivere nell’isola più a sud d’Europa 365 giorni all’anno.  Inoltre, in qualità di performer, esperto di comunicazione non verbale ed autore di libri, il poliedrico artista Vullo, si è fatto apprezzare recentemente sull’isola presentando il suo spettacolo La voce del corpo e il suo ultimo libro: “L’Italia s’è gesta. Come parlare italiano senza parlare.

Senza alcun dubbio, il suo impegno più importante per il territorio lampedusa rimane il Festival di Lampedusa che insieme alla sua fantastica squadra ha costruito come se fosse uno spazio aperto al dialogo dove si intrecciano diversi linguaggi artistici, con l’intento di valorizzare  le diversità culturali, l’arcipelago e il mare delle Pelagie, e al tempo stesso stimolare la tutela del nostro pianeta e degli esseri umani.

Il programma eventi del “Festival di Lampedusa 2019” riflette in concreto la filosofia dell’evento: «il rispetto e il supporto dei diritti dell’uomo, della natura, dell’arte e della cultura».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *