Intervista a Rosaria La Rosa di Valderice (Trapani)

I temi sociali sono il suo forte nelle sue tele e nei suoi lavori artistici di cartapesta tutto il sapore della Sicilia.

IMG2

Artista del fare concreto, la sua arte è soprattutto diretta verso temi a sfondo sociale/pedagogico. Si rispecchia in questi suoi lavori valori che lei ha accudito nel tempo e che adesso  pone con leggero pennello su tela.  Ce ne vuole parlare?

“Sono un’artista che si occupa di pittura, scultura, istallazioni, mosaico ecc.. Sono direttore artistico e presidente dell’associazione artistico/culturale “L’urlo di Rosaria” Queste mie competenze li metto a servizio anche del sociale, ho realizzato dei corsi specifici sia per associazioni che si occupavano di ragazzi e adulti con disabilità diverse,(abbiamo realizzato dei ritratti, sedie passando dal restauro alla pittura ione finale con temi siciliani o rielaborazioni di quadri famosi) e ho collaborato come esperta d’arte presso scuole elementari di trapani dove con un progetto mirato alla collaborazione fra ragazzi (di diverse età ) con difficoltà e ragazzi normodotati abbiamo realizzando un progetto unico che ha portato ad un elaborato finale di grandi dimensioni”

Di recente ha partecipato a manifestazioni dove l’arte si è sposata” con la gioia di vivere e per incanto tutti coloro che hanno ammirato le opere sono rimasti disincantati in modo positivo! Cosa ci sa dire in merito a questi progetti?

“Partecipo ed organizzo tantissime manifestazioni artistiche sia per mostre/eventi personali che collettive. L’ultima in ordine di tempo è stata una manifestazione da me Organizzata presso un palazzo storico di Trapani dal titolo”LOVE is” dove hanno partecipato 15 artisti, un evento arricchito da musica classica, danza, poesia”

IMGG

Cosa ne pensa dell’arte contemporanea?

“Dell’arte contemporanea penso tutto il bene possibile, anche perché io stessa realizzo opere di concetto puramente contemporaneo, soprattutto istallazioni sensoriali, tattili”

Chi sono i grandi maestri del passato che l’hanno ispirata?

“I miei maestri del passato….Goya in primis, poi Picasso perché un po’ mi somiglia dato che lui non era solamente un pittore si occupava anche  di scultura, ceramica, assemblage, ma soprattutto incisioni che trovo adorabili.. Infine un posticino speciale per Renoir perché l’impressionismo suscita in me delle emozioni superlative, la gioia del tocco veloce ed immediato”.

Quali saranno i suoi progetti artistici che il pubblico potrà ammirare?

“Progetti.. Tante cose in pentola, una mostra a scopo beneficio dal titolo “pandemia” dove parte del ricavato andrà alle persone che hanno avuto difficoltà in questo periodo difficilissimo, con un’attenzione particolare ai bambini. Aggiungo per 5 anni sono stata il direttore artistico del carnevale di Paceco per 3 associazioni, ho al mio attivo un numero immenso di mostre personali, le mie opere sono state vendute, in sud America, Francia, ho rappresentato l’Italia a Tirana, e tantissime opere in Italia, molte mie opere sono state utilizzate come locandine di eventi artistici, poetici ecc.. O come copertine di libri”

IMJG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *