Incontro sul tema “La Regione Lazio per il lavoro, per i lavoratori, per le imprese”

CIVITA CASTELLANA – Martedì 7 maggio alle ore 17, presso la Sala conferenze dell’Aldero Hotel, il candidato sindaco per il Centro-Sinistra Tonino Zezza, introdurrà l’importante incontro che avrà come tema “La Regione Lazio per il lavoro, per i lavoratori , per le Imprese

locandina 7 maggio 2019

Soluzioni praticabili per l’emergenza occupazionale” al quale interverranno l’assessore alle Politiche del lavoro Claudio Di Berardino, il presidente FederLazio Viterbo Giovanni Calisti, il consigliere regionale  Daniele Ognibene, il vice presidente Confindustria Ceramica Augusto Ciarrocchi. L’incontro si concluderà con l’intervento del consigliere regionale Enrico Panunzi. Sono state invitate a portare un contributo le organizzazioni sindacali.

“Affrontare il tema del lavoro per una Amministrazione comunale è difficile sia per la contingente situazione economica nazionale ed internazionale che per le scarse competenze nel merito – afferma Tonino Zezza – . Riteniamo tuttavia che il Comune debba partecipare insieme alla Regione, alle imprese ed alle organizzazioni sindacali a suggerire e coordinare azioni per favorire la piena occupazione dei propri cittadini. Nel programma del Centro-Sinistra è prevista l’istituzione di un fondo per promuovere la ricollocazione al lavoro degli over 55 (pagamento dei contributi alle aziende che riassumono) ed azioni a sostegno del riconoscimento dei ceramisti nei lavori usuranti. Inoltre è prevista l’organizzazione di corsi di formazione comunali per far rivivere gli antichi mestieri e mettere a disposizione dei corsisti le strutture comunali non utilizzate per incentivarne l’attività; corsi di formazione in marketing.

L’Assessorato al Lavoro della Regione Lazio ha previsto numerosi bandi per il lavoro comprendenti incentivi all’occupazione, autoimprenditorialità, mantenimento e stabilizzazione di posti di lavoro; interventi di orientamento e formazione professionale, programmi per l’inserimento lavorativo di persone in difficoltà: donne, giovani, disoccupati di lungo periodo, disabili, lavoratori extracomunitari; integrazione tra esperienza professionale e percorso formativo: contratti di inserimento e apprendistato. L’iniziativa sarà l’occasione per un costruttivo confronto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *