Inconsapevole neo “Paperon de’ Paperoni” valdostano: il Fisco, però, gli “tira le orecchie”!

AOSTA – Vedovo sessantenne eredita, senza saperlo, 5 milioni di euro per i figli minorenni ben 10 anni fa. A rendergli nota la meravigliosa notizia ci pensa il Fisco, che lo accusa di “evasione”. Presentato proposta di legge in Parlamento per lacuna legislativa

Non è vero che la parola “Fisco” è sempre portatrice di disgrazie. Almeno così sembrerebbe…

Ad Aosta un professionista sessantenne ha ricevuto in dono da un suo parente un patrimonio ricchissimo, ma lo ha scoperto con ben dieci anni di ritardo…grazie al Fisco!

Sembra strano, ma è proprio così! Non che il Fisco abbia voluto compiere una buona azione, anzi. A rendergli nota la “fortuna”, infatti, è stata la richiesta delle Tasse da pagare!

Tramite un’eredità lasciata da un parente ai figli minorenni, l’uomo, infatti, sarebbe entrato “inconsapevolmente” in possesso della somma irrisoria di ben cinque milioni di euro. Il bene amato Fisco, così, avrebbe pensato bene di “tirargli le orecchie” per la considerevole evasione, dovuta alla “insaputa eredità”.

L’uomo solo nel 2012 scopre che ai suoi due figli, orfani di madre, spettava il 25% di quanto lasciato dalla suocera morta nel 2002, senza lasciare testamento. Un tesoretto: denaro, azioni e fondi d’investimento per 1,5 milioni di euro e alloggi, garage e terreni in Piemonte e Liguria per 3,5 milioni. ‘Nessuno mi ha avvertito perché la legge non lo prevede. L’eredità è stata scoperta solo nel 2012 alla morte di mio suocero, con cui i rapporti si erano interrotti da molto tempo e a cui era toccata la restante quota di patrimonio. Il problema, ora, è dimostrarlo allo Stato, che mi insegue accusandomi di aver evaso il fisco’. Effettivamente la legge non prevede che un erede debba essere avvertito del fatto che abbia ereditato…

La “storia surreale” è adesso sbarcata anche in Parlamento.

Ho fatto presentare una proposta di legge, con la necessaria consulenza del notaio volta a far informare i beneficiari di eredità del fatto che hanno ereditato. Farà ridere, ma è così’. In realtà, gli eredi della fortuna sono i due figli del professionista, perché è lo scomparso suocero ad aver lasciato una montagna di soldi ai famigliari, ma siccome il valdostano è vedovo, il lascito (per un quarto) è andato ai suoi due figli, ovviamente anche loro all’oscuro di tutto. Ora Franco Cardiello, senatore Pdl e primo firmatario del disegno di legge per cambiare la normativa sulle successioni, propone di ‘ovviare ad una palese disfunzione dell’ordinamento’.

Il neo “Paperon de’ Paperoni” adesso deve cercar di far valere le sue ragioni con monsieur Fisco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *