Inaugurazione della cittadella per l’Infanzia, l’Adolescenza e l’Autismo

Inaugurata alla cittadella la struttura per L’Adolescenza e L’Autismo.

Catania lancia un messaggio di buona Sanità.

n.6

E’ stato il sottosegretario alla Salute,Vito De Filippo, alla presenza dell’assessore alla salute, Baldo Gucciardi, del sindaco di Catania, Enzo Bianco, del direttore generale Giuseppe Giammanco, del direttore sanitario, Franco Luca, e del direttore amministrativo, Daniela Faraoni, a tagliare il nastro dell’inaugurazione della Cittadella per l’infanzia, l’Adolescenza e l’autismo di via Tito Manlio Manzella dell’Asp catanese. Hanno partecipato alla cerimonia diversi deputati regionali, nazionali ed europei, oltre ai direttori generali delle altre strutture sanitarie catanesi e le autorità militari, religiose e dell’Università. Dopo la benedizione dei locali del sacerdote Franco Notari, il dott. Giuseppe Fichera, direttore del Dipartimento di Salute Menatale, insieme al responsabile del Centro dell’Autismo, Renato Scifo, hanno guidato la visita dei locali della struttura.

n.10Con gli interventi del sottosegretario Vito De Filippo, dell’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi e del sindaco Enzo Bianco, è stata elogiata la nascita della struttura che mira ad offrire una assistenza di eccellenza per l’infanzia e soprattutto per i soggetti affetti da autismo, unica in Sicilia e da portare ad esempio per le strutture di altre regioni d’Italia. Nell’ambito della manifestazione è stata inserita la scoperta di una targa da parte del sindaco Bianco alla presenza del Governatore del Rotary, Francesco Milazzo del presidente del Rotary Catania Duomo 150, Carmelo Licciardello, e del delegato del governatore per la Disabilità, Nino Prestipino che descrive il Sibling, cioè l’impegno di fratelli e sorelle delle persone con disabilità. Il presidente della Regione, Crocetta, giunto a chiusura della cerimonia, ha piantato un alberello di carrubbo, offerto dal Rotary Catania Duomo 150.

n.16Il secondo albero di carrubbo è stato piantato dal sindaco Enzo Bianco. Il presidente Crocetta ha visitato i locali della struttura dichiarando che opere come quella offrono nel territorio una “buona assistenza” a persone disabili come i soggetti autistici. Secondo le linee guida della rete assistenziale regionale, nel Centro sono attivi: un centro per il trattamento intensivo precoce, per i bambini al di sotto dei tre anni, che vede il pieno coinvolgimento dei genitori; un centro diurno per persone che hanno superato i 18 anni, i ragazzi di età scolare e giovani adulti. “Con questa struttura di eccellenza – ha dichiarato il sottosegretario De Flippo – Catania ha lanciato un messaggio di buona Sanità alle altre regioni d’Italia. L’autismo ormai è una patologia che deve essere attenzionata al massimo e già a livello ministeriale abbiamo dato delle indicazioni per fare operare insieme famiglie e sanitari per meglio giungere a risultati positivi per questi soggetti”. L’assessore alla Salute Gucciardi dal canto suo ha detto: “Questa struttura è il fiore all’occhiello della sanità Siciliana. Già ho firmato una circolare con la quale vengono indicate le linee guida di questo importante servizio, dove viene indicata agli operatori una stretta collaborazione con le famiglie e con la scuola per giungere a dei risultati positivi per l’assistenza e la cura di questi soggetti svantaggiati e per avere un nuovo quadro epidemiologico”.            


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *