Tanta musica e personaggi illustri al XVI Festival Jazz di Moncalieri

Al XVI Festival Jazz di Moncalieri, quattro imperdibili concerti, per un prestigio internazionale  

 

Dopo quasi due settimane di eventi, il XVI Festival Jazz di Moncalieri, volge al termine con i quattro concerti che, per prestigio internazionale, costituiscono la rassegna, tradizionale nucleo della kermesse.

Giovedì 14

Unica data italiana, per il nuovo progetto di Gonzalo RubalcabaVolcan. Non un pianista, ma una forza della natura:  otto nomination ai Grammy per lui, nato nel 1963 all’Avana. Conta più di 150 album all’attivo come leader o side-men, questo gruppo di all-star cubane completato da Jose Armando Gola, Horacio ‘El Negro’ Hernandez e Anthony Carrillo, che approda a Moncalieri anche grazie alla collaborazione con Havana Club.

 

Venerdì 15

Antonio Faraò è un autentico fenomeno, tra i più interessanti pianisti jazz dell’ultima generazione, ci è invidiato da mezzo mondo. Non sono molti gli italiani tanto considerati e apprezzati dai musicisti americani, che accorrono per partecipare a un loro progetto. Il pianista romano,   per il suo lavoro “Evan” ha chiamato Joe Lovano, Ira Coleman, Billy Hart. Solo 5 date in Italia per loro: Moncalieri è una di queste.

 

Sabato 16

In collaborazione con Havana Club a confronto lo swing italiano e il jazz latino americano. Per questo singolare focus sono protagonisti il quartetto, beniamino di casa, de Le Voci di Corridoio e il quartetto della cantante Yilian Canizares. Da una parte le canzoni di Gorni Kramer e dei Cetra, di Natalino Otto e Lelio Luttazzi, dall’altra una sana ubriacatura di ritmi cubani, dal cha cha cha al tradizionale suono della timba e del son passando per salsa, rumba, bolero e reggae ton.

 

Domenica 17

Davvero una festa quasi impensabile quella organizzata dal MJF per celebrare i 40 anni di Fabrizio Bosso. Una scommessa vinta portare sul palco dell’Auditorium Rai di Torino un incredibile numero di amici musicisti con cui il famoso trombettista di Piossasco ha collaborato negli anni. In rigoroso ordine alfabetico hanno confermato la loro presenza Mario Biondi (il formidabile soul man catanese tra l’altro tornerà in concerto a Torino al Teatro Colosseo il 10 dicembre prossimo), Luca Bulgarelli, Javier Girotto, Rosario Giuliani, Raphael Gualazzi, Natalio Mangalavite, Luca Mannutza, Egidio Marchitelli, Bruno Marcozzi, Alberto Marsico, Julian Oliver Mazzariello, Alessandro Minetto, Daniele Scannapieco, Marco Siniscalco, Emanuele Smimmo, Nina Zilli.

Inoltre la prima parte della serata è impreziosita dalla partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai che insieme a Bosso  propone ,“Enchantment”, L’Incantesimo di Nino Rota, da lui inciso con la London Symphony Orchestra, 2 anni fa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *