Il Carnevale di Trieste diventa Europeo

 TRIESTE – Un grande Carnevale, che diventa Europeo. Tra tradizioni, maschere e tanto divertimento…

Il capoluogo giuliano dal 13 al 16 febbraio ha ospitato Euro Carneval 2014, si sono esibiti per le vie della città i  musicisti di 28 Guggen Band, colorate formazioni artefici di una proposta musicale viva e coinvolgente che nel Centro e Nord Europa accompagna il Carnevale: la Guggen Musik.

La prestigiosa manifestazione, che si svolge ogni anno in una diversa città europea  è stata assegnata  a Trieste scelta per la sua bellezza, la sua storia, la nota ospitalità, la riconosciuta capacità di organizzare eventi e soprattutto per la grande cultura carnevalesca che storicamente alberga da queste parti.

Tre Carnevali importanti, di cui due storici, nella nostra piccola provincia sono elementi che non lasciano dubbi sulle capacità organizzative e sull’attaccamento dei triestini alle occasioni di divertimento e alle iniziative culturalmente forti come quelle del Carnevale che riuniscono arte, musica, ballo, mimica. 

Oltre 10mila persone hanno seguito la grande sfilata cittadina di sabato 15 febbraio e all’arrivo in Piazza dell’Unità i gruppi hanno dato vita alle singole esibizioni e a un MonsterKonzert, al termine del quale si sono riuniti al Magazzino 42 per prendere parte a una festa loro riservata all’interno della quale si sono esibiti a turno per tutta notte.

 Una splendida cartolina di Trieste 

Le rappresentanze dei gruppi partecipanti sono state ricevute nella Sala del Consiglio Comunale dove il Sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, affiancato dall’assessore comunale allo Sviluppo ed Attività Economiche, Edi Kraus, ha voluto premiare con una targa ognuna delle 27 “Guggen Band” partecipanti al Carnevale Europeo che si teneva per la prima volta a Trieste.

 Ad accompagnare i gruppi, il presidente del Comitato di Coordinamento del Carnevale Europeo e di Trieste, Roberto de Gioia ed Enzo Angiolini, con l’organizzatrice del “Guggen Musik Festival Euro Carneval”, Bianca Trebbe .

 Cosolini, porgendo un caloroso benvenuto alle maschere e al comitato organizzatore e ringraziando il presidente de Gioia e tutti coloro che hanno contribuito per la realizzazione di questa bellissima opportunità per Trieste che ha portato allegria e aria di festa da tutta Europa, ha ribadito che per la nostra città questa festa ha un sapore particolare perché come avrete visto passeggiando per le vie, qui vi sono tracce d’Europa dappertutto, storia, architettura, arte, parlano d’Europa

  La Guggen Musik

E’ la colonna sonora del Carnevale europeo.

Si chiama Guggen Musik ed è uno stile di musica sviluppatosi per accompagnare il periodo di Carnevale nei paesi del Centroeuropa.

Nato dopo la metà del XX secolo nei cantoni della Svizzera, questo particolarissimo modo di suonare si sta diffondendo anche nei paesi limitrofi: Francia, Germania, Austria, Liechtenstein.

Il repertorio delle Gugge Band inizialmente era composto da brani di musica popolare e da pezzi tratti dal repertorio bandistico marce e valzer anche se arrangiati in maniera volutamente grezza e dissonante secondo un principio particolare, di solito, con una melodia riconoscibile, ma trasposta in una scala musicale sbagliata.

All’inizio la formazione era composta solamente da una banda musicale molto semplice.

Negli ultimi anni la caratteristica di suonare e di arrangiare i brani si è però andata via via differenziando tra le singole formazioni, il repertorio è in prevalenza tratto dai brani di musica Folk, Rock e Pop dagli anni ’70 ai giorni nostri dal notevole impatto sonoro.

Il sistema sonoro delle Guggen è diverso dal sistema delle bande tradizionali e dalle marching band, la banda è divisa in due grosse sezioni: fiati e percussioni.

E da qualche anno, grazie alla banda di una delle Compagnie del Carnevale Muggesano, le Bellezze Naturali, ha preso piede anche dalle nostre parti.

Oltre al lato musicale, sicuramente di grande effetto è anche il modo di vestirsi con effetti luminosi come la divisa della Gugge di Muggia, vincitrice del primo premio nel 2007 a Wolsfberg dove si è imposta sulle formazioni provenienti da tutta Europa.

In Italia, la banda delle Bellezze Naturali è stata la prima ad assorbire questa particolarissima cultura musicale,e anche quest’anno, la musica della Guggen Band Muja ha accompagnato l’esibizione e la sfilata del gruppo di maschere triestino – il Gruppo Maschere Servolane  Lalo che ha dato vita al tradizionale Corso delle Serve – al Carnevale Europeo di Magonza.

Elenco dei gruppi premiati:

  1. Kaputte 13 D-Kirchen-Hausen 24
  2. Fälli-Glöggler CH-Winterthur 8
  3. Fürstliche Guggamusig Röfischrenzer FL-Schaan 33
  4. Faschingsgilde Bruck A-Bruck a.d.Leitha 26
  5. Aspirin CH-Baar 16
  6. Wäsmali-Chatze Lozärn CH-Luzern 33
  7. Narrenzentrum Ober St. Veit A-Wien 8
  8. Markgrafen zu Biedermannsdorf, A-Biedermannsdorf 4
  9. Guggufa D-Allensbach 15
  10. Fellbacher Weingeister D-Fellbach 14
  11. Jakobiner von 1970 D-Konstanz 11
  12. Gloggereschränzer CH-Buttisholz 43
  13. Wiler Hofgeister CH-Wil 15
  14. Undersibbersi D-Leipferdingen 27
  15. Dinkelberg Hexen Eichsel 1989 D-Rheinfelden 10
  16. Böllni Guggä CH-Mels 41
  17. Chlapfgassfäger CH-Oberarth 22
  18. Dorfbätscher D-Schenkenzell 26
  19. Grütlihüüler CH-Allenwinden 31
  20. Fläckegosler CH-Rothenburg 35
  21. Maiskolbefetzer D-Eschbach 37
  22. Löchlitramper CH-Littau 46
  23. Guggemusik Riddemer Notenrätscher D-Reute 25
  24. Comitato Carnevale Veronese 48
  25. GuggenBand Muja 86
  26. Koza Nostra Band 40 (Slovenia – Croazia)
  27. Godba Salez 25

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *