I “Rolling Stone” al “Circo Massimo” di Roma il prossimo 22 giugno

ROMA – 22 giugno 2014 – Maxi concerto dei “Rolling Stone” al Circo Massimo. Roma ruba la tappa a Londra, che resta a bocca asciutta. L’arte incontra il grande rock…

La notizia è ufficiale: il prossimo 22 giugno Roma sarà invasa dalle mitiche “pietre rotolanti”: i grandi “Rolling Stones”.

È lo stesso Sindaco di Roma, on. Ignazio Marino, a comunicare con piacere l’evento in conferenza stampa in Campidoglio ‘Sono davvero entusiasta di mettere Roma sulla mappa del mondo anche per quanto riguarda i grandi eventi internazionali. Era un sogno che avevo sin dal giorno della mia elezione, ci abbiamo lavorato tanto e sono felice che i Rolling Stones vengano a Roma’. Ma c’è di più: ad accogliere la musica delle icone della musica rock sarà uno dei luoghi più suggestivi al mondo, il “Circo Massimo”.

Gli Stones tornano dunque nella capitale a sette anni dal loro ultimo concerto all’Olimpico. La comunicata location, però, desta polemiche, in quanto – secondo alcuni – metterebbe a rischio il sito archeologico. C’è, infatti, ancora qualche problema con la Sovrintendenza per l’utilizzo “massiccio” del Circo Massimo, ma sembra che le questioni più delicate siano in  fase di superamento. L’area del Circo Massimo non avrà posti a sedere per il concerto. E questo perché l’area, tutelata da vincoli archeologici, non può prevedere strutture che insistono in maniera invasiva sulle preesistenze archeologiche. Allo studio, invece, l’installazione di alcuni maxischermi, che renderebbero più agevole la visione del concerto.

Il palco sarà largo 40 metri, alto 20 metri con quattro torri di 16 metri. 

Sempre più fiero nelle sue dichiarazioni il sindaco Marino, che – in una lettera a ‘Repubblica’ – ha dichiarato, svilendo le polemiche, ‘La nostra è una metropoli dove l’archeologia si incontra con la cultura’. 

Il concerto al Circo Massimo sarà a pagamento. Oltretutto pare proprio che la stessa band abbia esplicitamente richiesto, per il suo ritorno in Italia, di non esibirsi in uno stadio.

Unica data in Italia del tour mondiale “14 on Fire”. Si preannuncia un concerto irripetibile – sequel dello storico evento dello scorso anno all’Hyde Park di Londra, con oltre 120mila persone.

Il debutto del nuovo tour è avvenuto lo scorso febbraio in MedioOriente, proseguendo tra Asia, Australia e Nuova Zelanda.

Un “palco avveniristico” fa da sfondo alla loro musica leggendaria, per un concerto in cui la band proporrà brani indimenticabili, scegliendo dal proprio repertorio classici come “Gimme Shelter”, “Paint It Black”, “Jumping Jack Flash”, “Tumbling Dice”, “It’s Only Rock ‘N’ Roll”, più alcune inaspettate “chicche” musicali.

“Sold out” in tutto il mondo: così Mick Jagger, Keith Richards, Ronnie Wood e Charlie Watts hanno deciso di festeggiare i 50 anni della “lingua più famosa del rock”, con uno straordinario spettacolo.

‘Non vedo l’ora che il tour arrivi in Europa. É un bel periodo dell’anno per suonare e il tour è un bel mix tra festival, stadi ed arene. Ci vediamo lì!’  dice Jagger

‘Continuiamo a tenere questo show on the road! La band è al top della forma e non vedo davvero l’ora di tornare in Europa’, aggiunge  Richards.

Un vero e proprio evento. ‘Attendiamo tantissime persone da tutta Europa, e l’eventuale verrà molto pubblicizzato soprattutto in Inghilterra dove il tour non farà tappa, gli organizzatori stanno pensando a pacchetti con gli alberghi e noi a percorsi archeologici ad hoc: faremo in modo che un turista possa venire a Roma per assistere al concerto e poi restare per qualche giorno a godere delle bellezze della città, annuncia Marino.

Un’ottima occasione, doppia – direi – per la grande Capitale, per la quale la città di Roma non spenderà nemmeno un centesimo. L’evento è patrocinato, infatti, da Roma Capitale, presentato in Italia da D’Alessandro e Galli.

Il tour toccherà in tutto 14 città europee.

Una e solo una la parola d’ordine: ‘Il fascino della storia incontra la storia del rock’, il passato che abbraccia il futuro attraverso il presente.

Perché questo sono i Rolling Stone: dei grandi del passato, che infiammano il presente, ponte certo per il futuro…in un contesto storico intramontabile come il Circo Massimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *