Hawaii: Lo Sport dei Re. The Aloha State patria del surf

E’ lo sport nazionale del Paese nel Pacifico: l’onore dei nobili.
Oahu capitale mondiale del surf, tra palme e passionfruit.

Le Hawaii, il cinquantesimo stato americano nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, possono essere considerate la “patria del surf”. Inizialmente praticato solo dai nobili del luogo che si sfidavano mettendo in gioco il loro onore, come narrato da alcuni canti hawaiani risalenti al quindicesimo secolo, oggi il surf rappresenta lo sport nazionale del Paese.
Luogo ideale per gli amanti degli sport marini, quali immersioni, surf, wind-surf, le Hawaii offrono una innumerevole varietà di spiagge, come la famosa Waikiki, con onde eccezionali per i surfisti. Ogni anno inoltre, a dicembre, migliaia di balene raggiungono le acque di queste isole dopo aver lasciato quelle dell’Artico, per nutrirsi e riprodursi.
Se le Hawaii sono la patria di questa disciplina sportiva, l’isola di Oahu è da sempre considerata la capitale mondiale del surf. Ad Oahu infatti troviamo i migliori spot del mondo, sia per bellezza e perfezione, che per potenza e pericolo dell’onda. Gli spot, nel linguaggio dei surfisti, sono i luoghi dove è possibile praticare questo sport acquatico. Una delle caratteristiche fondamentali di uno spot è il fondale, primo responsabile della creazione dell’onda. Si distinguono fondali sabbiosi “beach break”, dove in genere le onde si formano in maniera meno prevedibile; fondali rocciosi “rocky break o point break”; fondali costituiti da barriera corallina “reef break” ed infine fondali artificiali “artificial break”. 

Sulla Northshore, la costa nord di Oahu, troviamo alcune tra le onde più pericolose del pianeta, che in inverno possono raggiungere i 20-25 metri di altezza. Questa costa rappresenta il campo di gara preferito dai surfisti di tutto il mondo, che si danno appuntamento lungo le splendide spiagge di Sunset Beach, Waimea Bay ed Haleiwa, una deliziosa cittadina dove sembrano esistere solo negozi di surf e locali per ritrovarsi dopo una giornata passata tra le onde. Nelle altre coste, specie al sud, vi sono onde adatte più o meno a tutti, perfette per imparare e migliorare in questo sport. 
Note. Le Hawaii, arcipelago situato nell’Oceano Pacifico, sono fra le isole più remote del mondo: si trovano infatti ad una distanza di circa 4.000 Km sia dalla costa degli Stati Uniti d’America, sia da quella di Thaiti.
Appartenenti geograficamente al continente dell’Oceania e situate ad una latitudine compresa tra i 23° e i 18° Nord, queste isole tropicali sono soprannominate “The Aloha State”. La parola Aloha, in lingua hawaiiana, significa molto di più che un semplice ciao: rinchiude i concetti di pace, amore, condivisione e allegria.

(fonti web biografieonline.it, Sun&Fun)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *