Hansel e Gretel al Teatro di Enna

Giuseppe Bisicchia e Massimo Giustolisi rileggono la fiaba dei Fratelli Grimm, in scena una versione musicale. Appuntamento al Teatro Garibaldi di Enna domenica 24 maggio 2015 alle ore 17.30.

L’antica fiaba tedesca (forse risalente addirittura all’epoca Medievale) e resa celebre dei fratelli Grimm sarà messa in scena in una versione musicale, domenica 24 aprile alle ore 17.30 dall’associazione Pinocchiando al  Teatro Garibaldi di Enna, ed è l’ultimo appuntamento della stagione firmata da Mario Incudine dedicato ai bambini.

La fiaba originale, che in questa versione è firmata alla regia da Giuseppe Bisicchia e Massimo Giustolisi, è quella dei due figli di un povero taglialegna,  Hansel e Gretel, che si perdono nel bosco e vengono attirati in una casa di marzapane da una apparentemente gentile vecchietta che si rivelerà presto essere una strega pronti a mangiarli.

Nella versione che sarà messa in scena al Teatro Garibaldi, Hansel e Gretel non sono più due sprovveduti bambini ma due adulti divorati dagli impegni quotidiani, ed hanno dimenticato la loro brutta avventura. I due fratelli trascorrono la maggior parte del tempo litigando ed entrando in competizione, fino a quando nelle loro vite irromperà un misterioso personaggio, forse un mago, che li condurrà in un viaggio nel passato, e gli farà rivivere loro avventura.

In scena, tra coloratissimi costumi e musiche originali (firmate da  Ettore D’Agostino), non può mancare la celebra e colorata casa di marzapane (realizzata da Salvo Manciagli). In scena Giuseppe Bisicchia, Massimo Giustolisi, Amelia Martelli, Nadia Trovato, Biagio Barone e Emiliano Longo, daranno vita a divertentissime gag per trasportare i piccoli spettatori in un’atmosfera fiabesca, ricca di colpi scena, ironia e magia, ma con una morale chiara e comprensibile a tutti: “Collaborare è meglio che litigare”. Lo dicono Hansel e Gretel a fine spettacolo, quando capiranno che per sconfiggere le avversità della vita  bisogna collaborare con le persone che si amano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *