GRAVINA DI CATANIA: “Artisti per un respiro 2019”

Giovedì 5 settembre, all’anfiteatro “Turi Ferro”, si rinnova l’appuntamento con “Artisti per un respiro”, spettacolo benefico a sostegno della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus organizzato dalla Delegazione FFC di Catania – Mascalucia. WhatsApp Image 2019-08-30 at 18.19.40

L’evento, giunto quest’anno alla sesta edizione, gode del patrocinio del Comune di Gravina di Catania, grazie alla collaborazione del sindaco Massimiliano Giammusso e dell’assessore allo sport e al turismo Patrizia Costa.
Ancora una volta comici, cantanti e altri artisti provenienti dai più importanti talent televisivi nazionali hanno aderito con entusiasmo per dare il loro contributo a favore della ricerca sulla fibrosi cistica, la più diffusa delle malattie genetiche gravi.
Per l’occasione saliranno sul palco: i cantanti Samuel Storm (“X Factor”), Naomi Rivieccio (“X Factor”), Luca Di Stefano (“All Together Now”); Gli attori comici Roberto Lipari (“Colorado”), Loredana Scalia (“La Sai L’ultima?”), Giovanna Criscuolo e Cettina Lazzaro, l’illusionista Emanuele D’Angeli (“Italia’s got Talent”), la web star Davidekyo (“Tu si que Vales”), il ballerino Mirco Casella (“Italia’s got Talent”); il dj producer Rock-Aro e Enea Canta Mango Tribute Band.
La serata sarà presentata dal direttore artistico Dario Privitera e dalla conduttrice Paola Parisi.
Un grande spettacolo di raccolta fondi per contribuire a realizzare il sogno dei pazienti
FC: un futuro libero dalla malattia. Questo è “Artisti per un respiro – spiega Privitera.
L’idea è nata dall’incontro con Michela Puglisi, responsabile della Delegazione di Catania Mascalucia e mamma della giovane Giada, affetta da fibrosi cistica. Per farlo abbiamo coinvolto artisti di calibro nazionale e, dalla prima edizione del 2014 ad oggi, grazie anche a un pubblico ogni anno sempre più numeroso, siamo riusciti a donare oltre 25 mila euro per il finanziamento di diversi progetti scientifici”.

fibrosi--e1535971747178-1110x474L’inizio dello spettacolo è fissato per le ore 20.30.
L’incasso della serata sarà totalmente devoluto a favore del progetto di ricerca Task Force for Cystic Fibrosis – fase preclinica, che punta a trovare il farmaco per il trattamento del difetto di base nei malati FC con mutazione F508del, la più diffusa al mondo.69462120_10215341136746352_569483938708324352_n
La fibrosi cistica è la malattia genetica grave più diffusa. Colpisce molti organi, soprattutto polmoni e pancreas. Ed è proprio il danno ai polmoni che determina la qualità e la durata della vita e che alla fine porta all’impossibilità di respirare.
Al momento, per la fibrosi cistica non c’è guarigione. Chi soffre di questa malattia ha un’aspettativa media di vita che si avvicina ai 40 anni, guadagnati spesso a prezzo di pesanti cure giornaliere che non risparmiano la sofferenza.
Colpire alla radice il difetto che causa la fibrosi cistica è lo scopo principale della ricerca.
La Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica – Onlus (FFC) svolge il ruolo di Agenzia nazionale per la ricerca scientifica sulla fibrosi cistica. Dal 2002 a oggi ha investito 28 milioni di euro, finanziando più di 366 progetti di ricerca, molti dei quali stanno producendo fondamentali passi in avanti nello studio della malattia. Per saperne di più: fibrosicisticaricerca.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *