Grande successo al Fundraising Gala dinner “Luna al museo”

Al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia sono stati raccolti oltre 22.000 euro per l’esposizione dell’unico frammento di roccia lunare presente in Italia.
 

 
MILANO –  Si è svolto fino alla tarda notte, il Gala “LUNA AL MUSEO”, Fundraising Dinner,  organizzato dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in collaborazione con Morino Studio per raccogliere fondi destinati all’esposizione del frammento di roccia lunare portato sulla Terra dagli astronauti dell’Apollo 17 nel 1972, l’ultima missione dell’Uomo sul nostro satellite.
Le donazioni raccolte durante la serata ammontano a oltre 22.000 euro.
Il ricavato dell’evento si va ad aggiungere ai 21.800 euro raccolti con il crowdfunding ancora attivo fino al 30 aprile cliccando su www.museoscienza.or/luna.
Il Gala rientra nell’ambito delle iniziative realizzate dal Museo per la campagna CONQUISTIAMOCI LA LUNA, che ha come obiettivo il finanziamento dell’esposizione permanente di uno dei suoi oggetti più preziosi nella nuova Sezione Spazio, di cui è Responsabile Scientifico Giovanni Caprara e Curatore per il Museo Luca Reduzzi.
 Una serata speciale, dall’atmosfera lunare, presentata da Francesca Senette, con una madrina d’eccezione: l’ètoile Luciana Savignano che nel 2007 per il Festival MiTo fu la protagonista di “Luminare Minus”, performance di musica, danza e video ispirata al frammento di roccia lunare, una cooproduzione nata dal Museo insieme alla Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala.


Durante la serata gli Allievi della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala si sono esibiti,  facendo rivivere le emozioni di alcuni quadri dello spettacolo ideato e diretto da Mauro Bonazzoli, musiche del compositore Giampaolo Testoni, coreografia di Emanuela Tagliavia, creazioni video Davide Montagna e Giuseppe de Angelis.
A fare gli onori di casa nella Sala delle Colonne, l’antica biblioteca del monastero olivetano del ‘500 in cui ha sede il Museo, il Direttore Generale Fiorenzo Galli affiancato da una delle maggiori esperte di Ingegneria Aeronautica del nostro Paese, quale Amalia Ercoli Finzi.


Gli ospiti, accolti da una delle icone del Museo, la Centrale Termoelettrica “Regina Margherita”, messa in movimento per l’occasione, hanno dapprima sfilato nella Galleria Leonardo, su un red carpet dal mood lunare, come il dress code richiesto alle signore: elegante con “a touch of silver”, per poi passare in Sala Colonne dove spot di luce azzurra, schermi con proiezioni della Luna e cena placée servita su tavoli con tovagliato in raso grigio e centrotavola di specchio con cristalli e boule luminose, hanno creato un’atmosfera magica e suggestiva.


Tra gli ospiti al Gala “LUNA AL MUSEO”, personalità del mondo della cultura, dell’industria, della finanza, della moda e della socialitè milanese: Massimo Sordi – Vicepresidente del Museo, Giovanni Caprara – Responsabile Scienza Corriere della Sera e Curatore della Sezione Spazio del Museo, Mario Boselli – Presidente Camera Nazionale della Moda Italiana con la moglie Pucci, Michele Perini – Presidente Fiera Milano, Frédéric Olivieri – Direttore Scuola di Ballo Accademia di Ballo Teatro alla Scala, Anna Prina – ex Direttrice Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala e Giudice della trasmissione Amici, Vittorio Feltri, Antonella Camerana, Umberto e Marinella di Capua, Adriano e Laura Morino Teso, Maria Luisa Trussardi, Carlalberto e Marylene CornelianiChicco e Clara Catelli, Betta Gancia Fontana con il marito Paolo Fontana, Marco e Daniela Boroli, Enrico e Alessandra De Marco, Candida Morvillo, Enzo Miccio, David Bevilacqua – Vice President South Europe Cisco Systems, Claudio De Albertis – Presidente Triennale, Davide Albertini Petrone – Direttore Generale Risanamento.


 Al termine della serata, sono state aggiudicate le opere dell’asta silente, consegnate personalmente dagli artisti: Giuseppe Siniscalchi, autore di “Pace Spaziale” e Antonio Syxty, autore di “Moon Stone”; entrambe le opere sono state realizzate esclusivamente per la serata.
I sostenitori e gli ospiti alla serata hanno ricevuto la Special Card del Club “Luna al Museo” con cui avranno diritto a un “Exclusive Preview” nella Nuova Sezione Spazio, ad essere citati nell’allestimento del frammento lunare e all’ingresso illimitato per un anno a tutte le sezioni storiche e ai padiglioni espositivi del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *