Grande successo a Brolo per la finale regionale di Miss Italia condotta da Ruggero Sardo

L’evento organizzato da Sicilia Eventi di Salvo Gentile e condotto dal presentatore ufficiale del concorso in Sicilia Ruggero Sardo ha visto protagoniste 38 meravigliose aspiranti miss che in abito da sera, abitino casual e costume hanno incantato il pubblico e la giuria della serata

Un grandissimo successo, un bagno di folla a Brolo (ME) per la prima finale regionale di Miss Italia in Sicilia.

Ruggero Sardo, storico conduttore del concorso in Sicilia, dice: “Anche quest’anno sono certo che la Sicilia porterà in finale nazionale ragazze bellissime, già in questa prima finale regionale la qualità delle ragazze è stata incredibile, tutte belle, motivate e soprattutto divertite”.
Incantevole lo scenario con il palco collocato al centro del corso principale di Brolo dove in collaborazione con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Messina i commercianti hanno fatto sinergia ed hanno creato un comitato che organizzerà per tutta l’estate una serie di iniziative belle ed intelligenti volte a valorizzare il territorio ed a reagire in maniera forte al momento di crisi.
“Ci tengo – continua Ruggero Sardo – a fare i complimenti a questo comitato di commercianti che si sono sbracciati ed hanno deciso di unirsi per fare qualcosa di veramente concreto, e vedere dal palcoscenico a mezzanotte il corso pieno di gente che passeggiava ed i negozi aperti è stato veramente bello!”
Lo show condotto con la sua solita grande energia da Ruggero Sardo è stato impreziosito dagli interventi di Natale Munaó che con la sua voce ha trascinato il pubblico e dall’attore Carmelo Caccamo che nei panni dei suoi amatissimi personaggi ha regalato grandi risate.
Ad aggiudicarsi il titolo di Miss Rocchetta Bellezza Sicilia è stata la 18enne Stefania Vincenzi di Augusta e per lei si sono aperte le porte delle finali nazionali.
Appuntamento alle prossime finali e chissà che anche quest’anno una siciliana non possa diventare la più bella d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *