Gran finale al “Trecastagni International Music Festival”

Per la prima volta in Sicilia le atmosfere dell’oriente saranno raccontate attraverso il suono del guzheng e il pianoforte, con protagonisti Yehui Chen e Xinghui Jin.  Introduce Graziella Seminara.

57a45a_692c519ebae1400a829564b6ab275c8b~mv2

GUZHENG E PIANOFORTE: L’ORIENTE IN SICILIA PER UNA NOTTE. Conoscete il guzheng? Dal cinese Gu-Zheng (il significato di -gu è “antico”), è uno dei più antichi strumenti musicali a pizzico cinese; con oltre 2000 anni di storia, è considerato il precursore del giapponese Koto, del coreano Kayagûm, del mongolo Yatag e del vietnamita Dan Tranh. Le sue origini si fanno risalire al periodo degli “Stati Combattenti” (475-221 a.C.), e divenne popolare presso le corti delle dinastie Qin e Tang. La commistione di questo strumento con il pianoforte restituisce le autentiche atmosfere dell’Oriente. A regalare queste emozioni al Trecastagni International Music Festival, nella serata di mercoledì 31 luglio, saranno Yehui Chen e Xinghui Jin, rispettivamente al guzheng e al pianoforte. Lo spettacolo sarà introdotto da Graziella Seminara, che illustrerà le caratteristiche della musica orientale e i suoi rapporti con la musica d’arte europea.

GRAN FINALE CON OLIVER KERN. La fine di un viaggio ha bisogno di un grande interprete. Giovedì 1 agosto la XVIII edizione del Trecastagni International Music Festival si concluderà con le suggestioni romantiche delle musiche di Schubert, Liszt e Rachmaninov, nella personale esecuzione di Oliver Kern.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *