Grafene e cervello scienza del futuro: la UE ci punta 2 mld

La Commissione Europea ha scelto progetti scientifici rivoluzionari

ROMA – La Commissione europea ha scelto due progetti scientifici rivoluzionari, sul grafene e sul cervello, cui destinare due miliardi di euro di fondi nel corso dei prossimi dieci anni: si tratta dello “Human Brain Project“, diretto dal professor Henry Markram del Politecnico di Losanna, in Svizzera, che vuole riprodurre nei dettagli un cervello umano su un super-computer, e del progetto “Graphene“, considerato il materiale del futuro, diretto da Jari Kinaret, della Chalmers University of Technology, in Svezia.

E’ un “giorno importante per la scienza europea, per il posto dell’Europa nel mondo”, ha affermato il commissario europeo incaricato delle Nuove tecnologie, Neelie Kroes, definendo i due progetti come delle “chiavi per l’innovazione che favoriranno la crescita”.

I vincitori sono stati scelti tra 21 candidature nel quadro del progetto FET Flagship (Future and emerging technologies), un programma di innovazione e ricerca della Commissione nel dominio delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione. Per cominciare i progetti riceveranno ciascuno 54 milioni di euro solo nel 2013.

Lo “Human Brain Project” intende simulare nei minimi dettagli un cervello umano su un supercomputer entro il 2023. L’idea è di far cooperare squadre di ricercatori per comprendere come funziona il cervello umano, con applicazioni sulle neuroscienze, intelligenze artificiali, e in medicina, in particolare per l’Alzheimer. Ma lo studio darà anche un contributo importante per migliorare le performance dei sistemi informatici.

L’altro progetto selezionato studierà le possibili applicazioni del grafene, un materiale di recente scoperta, costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio, che presenta molteplici caratteristiche: conduttore, flessibile e resistente e che potrebbe risultare molto utile in elettronica, ottica e medicina.
Il commissario Kroes ha evocato la nascita, grazie a questo progetto, di una “Graphene Valley” in Europa, sulla falsariga della Silicon Valley californiana.

Il progetto Graphene raggruppa 176 gruppi di ricerca, universitari e industriali, di 17 paesi europei. Lo Human Brain Project raggruppa 83 gruppi di ricerca di 23 paesi, di cui 16 europei. (Fonte: TMNews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *