Giro d’Italia: ad Asiago vince Pinot. Domani cronometro finale e decisiva

Il francese batte in volata Zakarin e Nibali. Quintana conserva la maglia rosa, ma Domoulin tiene botta e perde solo 15”. La cronometro di domani sarà decisiva. 

ilfoglio.it

ilfoglio.it

Un Giro d’Italia meraviglioso e così in bilico come quello di quest’anno non si vedeva da tempo. Ancora niente di definito, la cronometro di domani, con partenza da Monza ed arrivo a Milano, risolverà il mistero riguardo l’identità del vincitore e la composizione del podio. Intanto, nella giornata di oggi si è disputata la ventesima tappa, l’ultima davvero impegnativa, con salite di una qual certa difficoltà sparse per tutto il tragitto. Si partiva da Pordenone e si arrivava ad Asiago, ad alzare le braccia al cielo in segno di vittoria è stato il francese Pinot, che ha preceduto in volata il russo Zakarin ed il “nostro” Nibali. Con i primi anche la maglia rosa Quintana, mentre Tom Domoulin ha limitato i danni, perdendo solo 15”.

In classifica generale è tutto molto equilibrato. Il colombiano mantiene la vetta con 39” di vantaggio su Nibali. Terzo posto per Pinot, distante 43”. Domoulin è lontano 56” da Quintana, ma la cronometro di domani potrebbe vederlo nuovamente davanti a tutti, i favori del pronostico sono tutti per lui, ma attenzione alle sorprese. Magari, la centesima edizione della corsa rosa potrebbe spingere ancor di più le gambe di Nibali, in modo tale da portare il tricolore a sventolare nell’anno più importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *