“GeoNight sotto l’Etna”, anche a Catania la Notte europea della Geografia

Coinvolgere accademici e società civile sui temi della ricerca geografica e migliorare la visibilità e l’incisività della geografia e dei geografi nei confronti del grande pubblico e dei media, comunicando meglio il sapere geografico e la valenza di questa disciplina per la formazione a “tutto tondo” dei cittadini.

56533749_1892321440879579_7674697831684243456_n

Coinvolgere accademici e società civile sui temi della ricerca geografica e migliorare la visibilità e l’incisività della geografia e dei geografi nei confronti del grande pubblico e dei media, comunicando meglio il sapere geografico e la valenza di questa disciplina per la formazione a “tutto tondo” dei cittadini. Questi gli obiettivi della Notte europea della Geografia che si terrà il prossimo 5 aprile e alla quale aderisce anche l’Università di Catania, attraverso una serata dal titolo “GeoNight sotto l’Etna“, che si terrà al Monastero dei Benedettini a partire dalle 15.30.

L’iniziativa è ideata dal Comitato nazionale francese di Geografia e promossa dall’Association of Geographical Societies in Europe (Eugeo). L’evento catanese è promosso in collaborazione tra l’Associazione dei Geografi italiani, l’Associazione italiana Insegnanti di Geografia, la Società Geografica italiana e il Centro di ricerca ProGeo dell’Ateneo di Catania.

Durante la serata è previsto, in tutta Europa, lo svolgimento di eventi sincroni che coinvolgeranno team, laboratori, associazioni e appassionati e  che daranno l’opportunità ai ricercatori di questa disciplina di rendere i loro studi più accessibili e di valorizzare il proprio lavoro scientifico.

dsqz_img1

La prima fase della manifestazione si svolgerà nella sede delle Biblioteche riunite “Civica e A. Ursino-Recupero” con gli  indirizzi di saluto del prorettore dell’Università di Catania Giancarlo Magnano San Lio, del direttore del dipartimento di Scienze umanistiche Marina Paino e del sindaco di Catania Salvo Pogliese e la presentazione della mostra di carte e atlanti storici “Gli strumenti della geografia” a cura di Rita Carbonaro.

Successivamente, a partire dalle 18, nel Coro di notte del Monastero, saranno proiettati i cortometraggi: “Frammenti del mosaico culturale catanese” di A. De Filippo e L. Secchi, “Catania è” prodotta da DamoRass e cantata da Henton, “Discover the beautiful Sicily” di Marius Mele e “Paesaggi Siciliani violati” a cura del Distretto Lions 108Yb-Sicilia e saranno premiati i vincitori del concorso fotografico “Geoselfie”, a cui hanno partecipato le scuole elementari e medie.

Alle 20, grazie alla collaborazione con Officine Culturali, i partecipanti potranno partecipare al Tour notturno del Monastero dei Benedettini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *