GdF Rimini, scoperte fatture false di 110 mln di euro

Smascherata maxi frode fiscale internazionale nel settore del commercio all’ingrosso di apparati elettronici ed elettrodomestici

arresto cantalupo

La Guardia di Finanza di Rimini ha smascherato una sofisticata frode fiscale internazionale nel settore del commercio all’ingrosso di apparati elettronici ed elettrodomestici accertando fatture false per oltre 108 milioni di euro; l’operazione, dopo complesse indagini e accertamenti di polizia economico-finanziaria, è culminata stamane con l’esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip presso il Tribunale di Rimini nei confronti dei principali responsabili, colpiti da sequestro preventivo “per equivalente” di beni e disponibilità finanziarie fino all’ammontare di oltre 13 milioni di euro: in tutto sono 45 le persone coinvolte, di cui 5 interessate dal provvedimento di sequestro, mentre le ditte e le società coinvolte sono 56, di cui ben 38 in Italia e 18 con sede all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *