Gara di solidarietà: 1000 chilometri per parlare di autismo

Una staffetta che è iniziata sabato 27 aprile, da Lione alle ore 10.00, arriverà a Vignanello (Viterbo), lunedì 29 aprile alle ore 18.00.
Successivamente si parlerà della Sindrome di Asperger

L’evento è patrocinato da Autisme France, Autismo Italia e Autisme Europe. Padrino della manifestazione in Francia è stato Philippe Croizon

VIGNANELLO (VT) – La gara di solidarietà che l’Orga, (l’associazione francese che dal 1901 organizza eventi sportivi e culturali di rilevanza sovrannazionale, atti a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche sociali poco note)  quest’anno intende realizzare è dedicata  alla tematica dell’Autismo. La staffetta (bici, nuoto, roller e corsa) sabato 27 aprile, da Lione alle ore 10.00, arriverà a Vignanello, lunedì 29 aprile alle ore 18.00. L’evento è patrocinato da Autisme France, Autismo Italia e Autisme Europe. Padrino della manifestazione in Francia è stato Philippe Croizon, un atleta francese famoso per la sua partecipazione alle paraolimpiadi ma soprattutto per essere stato il primo disabile ad aver attraversato nel 2010, il Canale della Manica nuotando per 14 ore da Folkestone a Cap Griz Nez ( 34 km). Saranno due giovani corridori di Canepina, Christian Filippi e Andrea Morgani ad andare incontro alla staffetta giunta ormai alla sua 36° ora di percorso, per accompagnarla al traguardo finale. Il convoglio francese passerà da Viterbo per i  Monti Cimini, via Canepina e Vallerano fino a piazza della Repubblica a Vignanello.

Tutti gli atleti locali e cittadini che volessero accompagnare la staffetta fino a piazza della Repubblica a Vignanello, potranno farlo a partire da piazzale 1° Maggio a Canepina, posizionandosi  in fondo al corteo per non ostacolare la delegazione francese che deve restare in testa alla staffetta. Tutti gli altri cittadini che intendessero comunque partecipare in qualche modo al percorso,possono farlo attendendo in prossimità del bivio di Vallerano e Vignanello e accompagnare gli staffettisti lungo via Vignola fino al traguardo, sempre rispettando le indicazioni di posizionamento in coda.

 La cerimonia di accoglienza prenderà avvio da via Vignola, all’altezza dell’edificio della scuola elementare; un corteo composto da bambini della scuola dell’infanzia e primaria, associazioni sportive locali e autorità cittadine dei tre paesi passerà, in senso opposto, per corso Mazzini e Matteotti e giungerà, accompagnato dalla Banda Musicale Giacomo Puccini, fino a piazza della Repubblica, dove lo speaker ufficiale della Maratona di Roma, Ludovico Nerli Ballanti effettuerà la cronaca a distanza minuto per minuto della tappa Capodimonte -Vignanello.

 Dopo l’arrivo della staffetta, si parlerà di autismo con i rappresentanti di alcune associazioni che si occupano della tematica specifica e di Sindrome di Asperger e più genericamente di disabilità. Il talk show sarà moderato dalla giornalista Maria Rita Parroccini (redazione Globus Magazine Roma).

 Sono attesi per le premiazioni simboliche degli atleti, Livio Treta vicepresidente CONI regionale, Gianfranco Proietti CONI provinciale, Ruggero Alcanterini presidente del Fair Play Italia,  Comando Scuola Sottoufficiali E.I. di Viterbo, Di Priamo Alessandro atleta, Nicosia Salvatore atleta, Agnese Allegrini atleta olimpionica, Castrucci Enrico presidente della Maratona di Roma,  il dottor Moscone Davide psicologo, il dottor Davide Vagni operatore dello Spazio Asperger, Laura Fiorentini dell’associazione Crisalide di Viterbo.

I genitori di Vignanello, Vallerano e Canepina inoltre hanno effettuato una raccolta fondi il cui ricavato sarà devoluto a favore delle  associazioni locali che si occupano di Autismo e Disabilità.

L’evento è stato possibile solo grazie al lavoro volontario della Pro Loco, Croce Rossa, Protezione Civile di Vignanello, Avis, A.S.D. Vi.Va Calcio, AS Volley Vignanello, Associazione Vignanello Badmington nonché dell’istituto comprensivo “G. Falcone e P. Borsellino” e dei genitori tutti che hanno dato un forte impulso aderendo con entusiasmo all’iniziativa.  Un particolare ringraziamento va a Gianni Lelli dell’organizzazione Maratona di Roma che ha supportato l’evento dal punto di vista tecnico e alla famiglia Poleggi che ha curato i contatti con l’Orga di Lione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *