Galà delle Rose “Premio Rose d’Argento” firmato G.A.R. Eventi Catania

Catania. Nell’incantevole Parco Villa del Grado di Catania, residenza storica di Corso Italia datata 1903, e riportata dopo lunghi anni di ristrutturazione nel suo splendore Liberty, si è concluso il 9° Galà delle Rose, evento chic della Moda. 61276725_332668207424069_8495066186134847488_n

Il Galà delle Rose, giunto alla sua nona edizione con il “Premio Rose d’Argento” firmato Gianna Azzaro per G.A.R. Eventi, è stato presentato da Carla Previtera, coadiuvata magistralmente da Alessia Rapisarda e Marcello De Plata.
Una buona regia organizzativa che anno dopo anno ricerca location esclusive di altissimo prestigio culturale, impegnandosi sempre per il sociale con finalità benefiche.
Con il Premio Rosa d’Argento viene dato un riconoscimento alle Donne Siciliane che si sono distinte per iniziative d’interesse sociale, per l’impegno e l’originalità delle loro esistenze nel campo della professione.

Premio Rosa d’Argento alla prof.ssa Liliana Nigro, docente di Accademia delle Belle Arti Università di Catania, alla dott.ssa Caterina Grillo, specialista in Audiologia e Foniatria a Catania, alla dott.ssa Sibilla Gambino, autrice del Romanzo “Il silenzio dell’orso” (Ed. Carlo Saladino), all’avv. penalista Isabella Altana, alla dott.ssa Silvia Scuderi (specialista in ostetricia e ginecologia).

61318860_1068235333367039_4188771193064521728_nAnche quest’anno il Gran Galà delle Rose, organizzato da Gianna Azzaro, ha sosteneuto due iniziative per il sociale con il contributo del Rotary Club Catania Est,  presieduto dal suo presidente Gregorio Mirone, che con il responsabile di Rotary Foundation, Salvino Belfiore, hanno annunciato le finalità del ricavato, devoluto a due iniziative benefiche a Catania.
La prima inziativa una denominata Solidarietà Didattica, per sostenere una cooperativa sociale che impiega ragazzi diversamente abili in una fattoria confiscata alla criminalità organizzata, e che si presenta con una doppia valenza: impiegare i ragazzi diversamente abili, e portare i giovani delle scuole a vedere questa fattoria, facendo socialità e cultura.

La seconda iniziativa denominata Stiliamo una nuova vita, in accordo con il carcere minorile, per realizzare un corso di formazione per meccanici, ospitandoli in una officina di  meccanica elettronica, a cui saranno fornite le attrezzature, prospettando loro un futuro lavorativo, proprio ai giovani ragazzi del carcere Minorile.

61224727_414547222434142_4321946790199820288_nGran Galà delle Rose, dove un perfetto connubio, solidarietà stile, arte, cultura moda, storia, prestigio ed eleganza si fondono all’interno di una villa centenaria, nell’incantevole giardino in stile italiano, con un pubblico attento e selezionato, di cultura,  con  l’imprenditoria che sposa le inedite iniziative della G.A.R. Eventi; tanta bellezza e nobile animo in una cornice Liberty del 1903.
Lodevole iniziativa che premia accuratamente la donna che in questi anni ha dimostrato l’amore per la vita, con la stessa delicatezza di una rosa, che abbraccia amorevolmente i settori premiato: MEDICINA, LEGALITA’, MODA, ARTE, STORIA, CULTURA. Donne che tengono alta la testa e che si occupano di sociale, donne che non si sono mai arrese, che sono in prima linea non per se stesse, donne dallo sguardo dolce ma forti nella vita, donne mamme, ma anche figlie, donne artiste dai mille eventi difficoltosi, quelle donne che riescono a far diventare bello come i petali di rosa qualsiasi cosa si sposi con l’amore, con impegno, sostegno, con originalità, con cultura attraverso l’esaltazione, tra ideazione e innovazione, con l’arte del saper fare, portando avanti la propria “mission”.
La serata, la cui conduzione affidata alla nota giornalista Carla Previtera, da seguito alla prima sfilata moda mare, dove marchi di alta moda strizzano l’occhio al Glamour Italiano, allietata subito dopo con le note dell’’incantevole voce di Carla Basile.

WhatsApp Image 2019-05-28 at 20.18.29 (2)Vanno in scena magicamente i capolavori della professoressa Liliana Nigro, del Gruppo Maison du Cochon dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, più di 30 abiti creati e realizzati dai 26 talentuosi stilisti presenti, dedicati alle rose, omaggio al profumo di primavera, alla delicatezza delle donna, al maggio floreale, al maggio delle rose come alla Primavera di Sandro Botticelli, una serata di moda dedicata alla passione e alla Sicilianità.
Nel parterre si sono visti abiti che raccontano la storia attraverso la straordinaria ispirazione di opere che camminano elegantemente davanti ad un pubblico incantato che chiude la cornice della sfilata con un grande applauso.WhatsApp Image 2019-05-28 at 20.18.29
La kermesse ha mostrato ai presenti le acconciature di Agostino Zanti, uomo dalla grande maestosità artistica, da anni alla corte della Nigro. Il Trucco affidato ad Alfa Formazione di Nicotra. 

Tra i presenti anche Eleonora Altamore, stilista romana, e che ha realizzato l’abito apprezzato nella cover d’invito.
La serata si conclude i ringraziamenti della Azzaro a tutti i presenti, affiancata dal tutto il suo staff.
Un grande applauso accompagna una Gianna soddisfatta per la straordinaria riuscita di un grande evento dedicato al sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *