FRINZI RUSSO: “STAGIONE STRAORDINARIA, ORGOGLIOSO DEI RAGAZZI”

“Stavamo vivendo una stagione straordinaria segnata dall’imbattibilità in casa, dal quarto posto e da tante prospettive di migliorare nell’ultima fase della stagione. Purtroppo il Covid19 ha spento le nostre speranze”

79329418_1353621948145680_5389669672801009664_o

“Stavamo vivendo una stagione straordinaria segnata dall’imbattibilità in casa, dal quarto posto e da tante prospettive di migliorare nell’ultima fase della stagione. Purtroppo il Covid19 ha spento le nostre speranze”. La Costa Dolci Papiro Fiumefreddo si congeda dalla stagione con un bilancio altamente positivo. Le parole del tecnico saccense, Tani Frinzi Russo, suggellano una stagione vissuta in B maschile da protagonista. “Ho allenato – confessa – un gruppo di ragazzi, votato al lavoro. I risultati sono stati la naturale conseguenza di tutto questo. Orgoglioso di loro e di quanto siamo riusciti a fare, peccato non sapremo mai la fine della favola”.

Tanti gli aspetti da ricordare. “Le vittorie più belle? L’impresa in casa della Saturnia e la vittoria in casa con il Cinquefrondi ci hanno dato la piena consapevolezza delle nostre potenzialità. Restano chiaramente tanti punti persi per strada nell’andata che avrebbero dato alla classifica una dimensione diversa”. L’anno speciale del Papiro si traduce anche nei contributi dei giovani che lo scorso conquistarono la C con Sebastiano Patti. “La bella vittoria della stagione aver lanciato giocatori come Andrea Lombardo, determinante nella fase dell’infortunio di Fichera, il centrale Zammataro e lo schiacciatore Davide Lombardo”.

La società del presidente Davide Massimino, conclusa anzitempo la stagione e tracciato un bilancio di tutti i settori, si è subito messa al lavoro. “Un anno positivo per il settore giovanile e dalla squadra femminile, guidata da Maria Azzia. I numeri e i risultati hanno dato merito al lavoro svolto in palestra. Come non possiamo dimenticare gli eventi realizzati che ci hanno permesso di fare un importante e ulteriore salto di qualità nell’anno del decennale della nostra fondazione”, spiega il presidente Davide Massimino. “Ora però bisogna fare i conti con i danni economici causati dal covid19. Dobbiamo lavorare tanto per ripartire nel migliore dei modi perché non sarà facile nella prossima stagione poter svolgere l’attività nazionale ad alti livelli. Confidiamo nella voglia di Fiumefreddo e dell’hinterland di rimanere protagonisti in una Serie B che costituisce un patrimonio sportivo e umano unico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *