Freewheeling. Il Campo Disabili Lions Italia al Kikki Village di Modica

Dal 9 al 23 luglio Modica ospita il Campo Italia Disabili “Freewheeling” del MD Lions 108 Italy, organizzato per il triennio 2015-2017 dal Distretto 108 Yb Sicilia.8286162c-75b6-4434-9353-4c5d43305cbb

Il Distretto Leo 108Yb Sicilia ospita anche quest’anno il Campo Italia DisabiliFreewheeling” – del MD Lions 108 Italy. Il Campo Italia viene organizzato per il triennio 2015-2017 dal Distretto 108 Yb (Sicilia).

La grande famiglia Leo sta trascorrendo con i ragazzi, due settimane all’insegna del divertimento, “A Ruota LIbera” – Freewheeling, tema internazionale per superare la disabilità dei giovani.

023cf9c5-5356-4a86-94b8-113343525cd3All’inaugurazione del Campo Italia Giovani Disabili, e alla presenza del Governatore del Distretto Sicilia Ninni Giannotta, il direttore del Campo Aldo Cordaro ha illustrato il programma e le informazioni che interessano la presenza nel territorio siciliano dei giovani ospiti e le modalità per regalare loro una ospitalità quanto mai degna, senza far sentire il peso dell’handicap.
L’evento di presentazione del service nazionale è stato ben diretto dal Team del Camp Leader, al cospetto di una grande platea riunita nel salone del Villaggio.
24b09db8-e6b8-413d-9ea5-ba0f71df6188Presenti i past Governatori Vincenzo Spata e Salvo Ingrassia, il segretaria distrettuale Maurizio Gibilaro, il II vice governatore Angelo Collura, la Youth Exchange Chairman Stefania Trovato (premio Top Ten Yec of The World – 2017), Ciro Mosca e Ignazio Caloggero officer distrettuali e tanti altri.
19905422_10209579880959431_147845768360660886_nTanta gente, autorità civili, religiose, lions e tanta stampa presente, e che hanno dato lustro ad una delle più preziose e socialmente utili manifestazioni di servizio che il Lions si è intestato -“Uniti nel Servizio” – come ben afferma il motto del presidente del Distretto Leo 108 Yb – 2017-2018 – Walter Mavica.19748359_1123330127768922_8802276932983985984_n

Tanti i service svolti al Consorzio Siciliano di Riabilitazione (CSR) del Kikki Village Resort di Modica. Il Lions e Leo del Club di Trecastagni hanno offerto istruttori subacquei di professione che hanno permesso ai portatori di handicap ad immergersi in piscina. Si sono impegnati nel’attività di servizio l’istruttore Antonio Paratore del Club Lions di Trecastagni, con i patentati per disabilità motoria in acqua Claudia Parziali e Kristina Puleo. E’ stato realizzato un servizio filmato subcqueo per ogni ragazzo disabile che ha partecipato alle immersioni.

19905279_10209250805048425_6586768746079675903_n

Il Kikki Village Resort è il primo resort a 4 stelle d’Europa pensato per consentire a tutti di trascorrere una vacanza libera da qualsiasi barriera culturale e architettonica e fa parte del circuito internazionale VILLAGE4ALL un marchio indipendente che raggruppa le migliori strutture turistiche accessibili e in grado di garantire servizi adeguati per tutti.

451fefe9-a619-4bf0-9eb5-2b913f803669Anche quest’anno il Leo Antonio Pagana ha suonato il violino nei vari inni nazionali dei ragazzi partecipanti, accompagnato dalla tastiera di Emanuele Puleo. Presente anche papà Giovanni Pagana, ceremoniere del Lions Club Catania Faro Biscari che il 17 di Luglio ospiterà in un incantevole Lido della costiera di Acicastello, a Catania, i giovani del Campo Trinacria.

La storia del Kikki Village è una storia di amore, impegno e voglia di migliorare la vita dei disabili. Il 24 luglio del 1963, giorno in cui nacque Giovanni Lo Trovato: un bimbo bello e paffuto che, come si scoprì nove mesi dopo, era nato con una grave disabilità.
Giovanni per tutti era semplicemente Kikki, perché quella fu una delle prime parole che riuscì a pronunciare. Il papà Francesco Lo Trovato fondò nel ’67 la Sezione AIAS di Catania (Associazione Italiana Assistenza Spastici) riuscendo ad ottenere risultati impensabili, a partire dalla diffusione di una vera “cultura della disabilità”. Una rivoluzione che, in Sicilia, partì da Catania e si diffuse a macchia d’olio per liberare i disabili da quelle catene fisiche, mentali e culturali, che li volevano relegati in casa, al riparo da occhi indiscreti. Fu così che nel 1980 nacque il Consorzio Siciliano di Riabilitazione.

19989577_1127917080643560_3795272355523581975_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *