FIGC, la Nazionale U21 inizia la preparazione a Torre del Grifo

Venerdì primo impegno per il nuovo CT Nicolato con l’U21 che inizierà il proprio cammino proprio sotto le pendici dell’Etna

69680721_456182838307526_8605012920801165312_n

In attesa della sfida con la Moldavia di venerdì pomeriggio alle 18:30, la Nazionale Under 21 del nuovo Commissario Tecnico Paolo Nicolato ha iniziato la preparazione al match sul campo di Torre del Grifo Village. Nella casa del Calcio Catania si è svolta questo pomeriggio la prima sessione di allenamento per gli Azzurri, i quali hanno intenzione di far bene in questo nuovo percorso che vedrà l’Italia scendere in campo sul terreno di gioco del Massimino due volte nei prossimi due mesi. Fra i convocati da parte del nuovo CT spiccano i nomi di: Zaniolo, centrocampista inamovibile della Roma, Kean, trasferitosi nel corso di questa sessione estiva di calciomercato dalla Juventus all’Everton (in Inghilterra) e di Sottil, figlio dell’ex allenatore del Catania, il quale sta disputando con la Fiorentina di Montella un buon inizio di stagione in Serie A. Al termine dell’allenamento pomeridiano il CT Nicolato ha risposto, presso la sala conferenze della struttura etnea, alle domande dei giornalisti presenti in vista di questo nuovo approccio con il gruppo U21 e del primo match stagionale in programma nei prossimi giorni.

Queste in sintesi le dichiarazioni del CT.

“Siamo stati accolti in maniera egregia da parte del Calcio Catania e ci stiamo trovando davvero benissimo in questa struttura. Non è la prima volta che veniamo in questa città ed a Torre del Grifo, siamo già stati presenti con altre Nazionali giovanili ed anche allora abbiamo sempre trovato un ottimo ambiente. Io sono appena arrivato su questa panchina ed ho intenzione di creare un gruppo solido che possa lavorare bene nel corso dei prossimi anni. In fondo, noi curiamo i ragazzi per prepararli alla Nazionale A. Il test contro la Moldavia è molto importante per noi per capire dove doverci concentrare in maniera più approfondita nel corso di questa stagione che inizierà anche per la nostra Nazionale U21. Le mie sono squadre aggressive, ma in questa ho appena iniziato e sta a me trasmettere la mia idea ed identità di gioco. Al Massimino ci aspettiamo un pubblico caldo conoscendo la piazza. Ce lo aspettiamo noi e se lo aspettano anche i ragazzi che non vedono l’ora di incominciare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *