FIFA WORLD CUP RUSSIA 2018: CHAPEAU FRANCE!

Possono già cucirsi la seconda stellina sul petto i francesi dopo la vittoria di ieri ai danni della Croazia. Quattro reti segnate ed una prestazione da vera Top Mondiale. La Francia è campione del mondo dopo vent’anni 

2

Sale un grandino del palmares la Francia e agguanta Argentina ed Uruguay a quota due nell’albo d’oro dei mondiali di calcio. A distanza di vent’anni dal primo titolo conquistato (3-0 al Brasile) la compagine guidata da Didier Deschamps si aggiudica il tetto del mondo ai danni della Croazia con un netto 4-2.

Per una prima buona fase del primo tempo, sono i biancorossi a creare le incursioni più pericolose e, ad andare vicini alla rete del vantaggio in più di una occasione. Le azioni più ghiotte arrivano dai piedi di Mandzukic e Perisic. A sbloccare il match, però, sono les blues al diciottesimo minuti grazie ad un autogol dell’attaccante bianconero croato (Mandzukic), il quale svirgola in rete di testa il pallone del vantaggio francese.

La Croazia non sembra esser in balia dell’avversario e risponde a distanza di dieci minuti con Perisic che scarica in porta un siluro che batte Lloris e riporta la gara sull’1-1. 

Dopo l’autogol, però, arriva il secondo pasticcio croato, questa volta con il proprio marcatore Perisic, il quale allarga il braccio in area di rigore e concede la massima punizione agli uomini di Deschamps. Griezmann va dagli undici metri e non si lascia sfuggire l’occasione di realizzare la quarta rete del suo mondiale. Prima frazione di gioco che termina con il parziale di 2-1 per i transalpini.

3

Nella ripresa, stavolta, è la Francia ad avere in mano la partita e, a poco servono gli attacchi della nazionale di Dalic. Sull’onda dell’entusiasmo, infatti, Pogba trova la rete del 3-1 all’ora di gioco per consolidare il risultato e, cinque minuti dopo arriva il K.O. con l’uomo più atteso, Mbappe.

A venti minuti dalla fine, su una dormita del numero 1 francese, proprio Mandzukic segna la rete del 4-2 cercando di riaccendere un piccolo lume di speranza fra i propri compagni ma, ormai è troppo tardi, la Francia è troppo concentrata a non lasciarsi sfuggire questa ghiotta occasione. Triplice fischio e può iniziare la festa per un’intera Nazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *