Festa della Musica, il “cunto e canto popolare” di Mario Incudine ha chiuso l’edizione 2018

Arte, danza, tradizioni popolari e un pizzico di spensieratezza: va in archivio un’edizione intensa dell’appuntamento promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili 

Foto2

La voce di Mario Incudine, il coro della cooperativa Il Cuore d’Argante, le musiche dell’orchestra di fiati dell’Istituzione Musicale Città di Noto, l’estemporanea dell’associazione Petali d’Arte e l’esibizione del coro Musicainsieme a Librino: è stato un gran finale quello della Festa della Musica 2018, appuntamento promosso a Noto dall’assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con quello al Turismo.

Festa della Musica 2018 che è durata un’intera settimana: è cominciata lunedì 11 con le prime masterclass di danza organizzate dalla scuola Choeria coi maestri Victor Litvinov ed Eugenio Buratti, proseguita giovedì 14 con l’omaggio a Fabrizio De André della formazione vocale Canto in Coro di Pachino e conclusasi con un intero pomeriggio dedicato alla musica e all’arte.

Foto1

Sul palco allestito in piazza Municipio è toccato al coro Musicainsieme a Librino e al maestro Vito Imperato aprire la serata conclusiva mentre alle loro spalle, sotto le arcate di Palazzo Ducezio, gli artisti Lucio Pintaldi, Salvo Muscarà e Doriana Pagani, insieme con Gaia Tiralongo, Anna Ucciardo, Alessandro Midolo e Sarah Nicastro, davano vita a quadri colorati durante la performance di pittura Botta di Arte organizzata dall’associazione Culturale Petali d’Arte.

Poi è toccato al cantautore Mario Incudine salire sul palco, accompagnato dall’amico-maestro Antonio Vasta. Un’esibizione coinvolgente in quello che lui stesso ha definito «un concerto di cunto e canto popolare». Così tra un’inedita versione di Mio fratello (la canzone di Biagio Antonacci a cui ha collaborato Incudine) con accompagnamento dell’orchestra di fiati dell’Istituzione Musicale Città di Noto e il sottofondo dei ragazzi de Il Cuore d’Argante che hanno partecipato alle masterclass tenute dallo stesso cantautore ennese, lo spettacolo finale ha coinvolto tutti i presenti tra applausi e sorrisi.

«Ringraziamo tutti gli artisti che hanno partecipato a questa grande festa – ha detto il sindaco Corrado Bonfanti invitato sul palco al termine del concerto – e tutti quelli che hanno lavorato dietro le quinte. Grazie a chi ancora crede nella bellezza della Sicilia, una Sicilia che è unica: è stato bello vedere presenti in piazza Municipio spettatori che arrivavano da tutta l’isola».

Foto4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *