Atalanta e Milan, orgoglio italiano in Europa League

Due vittorie per 5-1 quelle dei nerazzurri e dei rossoneri in questa notte di coppa. L'Atalanta schianta l'Everton, il Milan passa sull'Austria Vienna

11

Dopo il pareggio pomeridiano della Lazio di Simone Inzaghi, all'Olimpico contro il Vitesse, sorprendono Milan e Atalanta che vincono entrambe per 5-1, rispettivamente contro l'Austria Vienna e l'Everton.

A San Siro partono malissimo i rossoneri di Vincenzo Montella, in svantaggio dopo soli venti minuti dal fischio d'inizio, presi in contropiede da Monschein, il quale dopo aver saltato Donnarumma insacca con facilità il pallone in fondo alla rete. Il Milan non ci sta e, sei minuti dopo, Rodriguez sfrutta un'ingenuità difensiva per riportare il risultato in parità. Rossoneri nettamente superiore sia sul piano tattico che su quello fisico e, al trentaseiesimo minuto è Silva a segnare la rete del vantaggio. Altri sei minuti e ci pensa il giovane Cutrone a portare i rossoneri avanti di due reti (3-1). Quarta rete che arriva nella ripresa, dove non cambia la partita sul piano del gioco. A segnare il "poker" è Silva, il quale realizza anche la propria doppietta personale della serata. Quinto ed ultimo gol, invece, che arriva al terzo minuto di recupero sempre con Cutrone, anch'egli a segno con una doppietta.

11111

Altra storia, invece, per i bergamaschi a Liverpool contro l'Everton di Wayne Rooney, con l'ex Manchester United non molto lucido durante l'intero corso dei novanta minuti di gioco. Match sbloccato al dodicesimo minuto del primo tempo da Cristante, il quale insacca un cross basso al centro dell'area di rigore senza grossi problemi, battendo così Robles. Per gli altri gol dobbiamo aspettare la ripresa. Intanto, al terzo minuto della seconda frazione di gioco, l'Atalanta ha l'opportunità di portarsi sul 2-0 su rigore, ma "Papu" Gomez sbaglia e la squadra della "Dea" si ritrova a dover prestare maggior attenzione agli affondi dell'Everton ripresosi dal "momento di shock". Raddoppio che arriva al sessantaquattresimo minuto, ancora con Cristante, il quale conclude su assist perfetto di Gomez. Accorciano i padroni di casa dopo soli sette minuti con Ramirez, ma ecco che nel momento migliore dell'Everton, l'Atalanta, all'ottantaseiesimo minuto con Gosens, trova la terza rete della serata che permette agli uomini di Gasperini di conquistare il controllo psicologico della partita. Passano infatti solo centoventi secondi e Cornelius segna il gol dell'1-4. Sembra non volersi più fermare il club nerazzurro che, al quarto minuto di recupero, sempre con Cornelius, si porta sull'1-5 sfruttando l'ultimo calcio d'angolo a disposizione.

111

Vittorie, quelle di Milan e Atalanta, che permettono ai due club italiani di assicurarsi il passaggio del turno ed approdare ai sedicesimi di finale con una partita ancora da giocare in questa fase a gironi della competizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *