Esce TRACKER, il nuovo album di MARK KNOPFLER

TORNA IL 16 MARZO CON “TRACKER” LA MAGICA CHITARRA DELL’EX LEADER DEI DIRE STRAITS. IN ITALIA BEN 5 CONCERTI, MA NIENTE SICILIA. 

Abbandonati per sempre i Dire Straits, Mark Knopfler è pronto a sfornare Tracker, in italiano “colui che segue le tracce”, il suo ottavo album da solista (non considerando le colonne sonore). Registrato e mixato nello studio di registrazione personale del musicista di Glasgow, il British Grove Studio a ovest di Londra, sarà disponibile su CD, doppio vinile, CD Deluxe con quattro tracce bonus e un box set Deluxe Limited Edition che include l’album su CD e vinile con un bonus CD di sei tracce extra, un DVD con un cortometraggio esclusivo diretto da Henrik Hansen e un’intervista a Knopfler che parla del nuovo disco. Incluse anche una stampa d’arte numerata e sei stampe fotografiche.

Tracker conterrà 11 brani nella versione base, che diventeranno 15 nella versione Deluxe.
E’ già disponibile dal 23 gennaio in digital download il singolo Beryl, dedicato alla scrittrice inglese contemporanea Beryl Bainbridge, e vede Knopfler rispolverare il Dire Straits sound, con una strizzatina d’occhio ai mitici Shadows di Hank Marvin.

Il titolo del disco mi è venuto in mente cercando di trovare una mia strada negli anni – spiega l’artista – guardando da fuori il tempo passato, le persone, i posti, le cose del mio passato e il modo di registrare le canzoni in studio“.
Tra queste Lights Of Taormina: evidentemente il concerto e il soggiorno nella perla dello Jonio nel 2013 hanno lasciato il segno nella memoria di Knopfler.

Purtroppo il tour mondiale che partirà a Dublino il 15 maggio non toccherà la Sicilia; in Italia le date sono 5: il 28 maggio a Milano – Mediolanum Forum, il 18 luglio a Piazzola sul Brenta – Company Arena, il 20 luglio a Barolo – Festival Collisioni, il 21 luglio a Roma – Auditorum Parco della Musica e il 22 luglio a Lucca – Summer Festival.

Della band in studio e dal vivo fanno parte ormai da quasi vent’anni Glenn Worf al basso,l’ex Dire Straits Guy Fletcher alle tastiere, Jim Cox al piano e Richard Bennett alla chitarra, ai quali si aggiungono Ian Thomas alla batteria, Mick McGoldrick ai fiati, John Mc Cusker al violino e mandolino.

Hanno partecipato in veste di ospiti alla registrazione dell’album Bruce Molski, Ruth Moody, Nigel Hitchcock e Phil Cunningham.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *