ESAF e Rotary: in campo per promuovere un’importante iniziativa contro il melanoma

Screening gratuito e informazioni sul tumore che colpisce la pelle.
Per sei domeniche Luglio e Agosto le spiagge della costiera catanese hanno visto impegnato il dott. Marcello Stella per il Rotary Catania Duomo 150.

Una fattiva collaborazione tra E.S.A.F. (Ente Salvaguardia Ambiente Foreste) Protezione Civile di S. Agata li Battiati (CT) e il  gruppo Rotary Comunitario, Salute e Benessere, del Rotary Club Catania Duomo 150. La ESAF-Gve con i suoi  bravissimi volontari sempre pronti per dare la massima disponibilità sia in sicurezza che per condividere giornate all'insegna della salute con  postazioni sanitarie  in  seno ai  solarium e  le  spiagge  libere  di  Catania.

Uno screening gratuito per combattere determinate lesioni cutanee “Il melanoma“, e a tal proposito cosa è importante sapere..? Valenti professionisti  medici (soci Rotariani) si  occupano, per chi lo desidera, di  prevenire e valutare  certe lesioni cutanee  nel  corpo. 
I bagnati  hanno la possibilità di essere visitati gratuitamente dal medico  specialista  in  Chirurgia  Plastica con l’uso del dermatoscopio, il medico dott. Marcello Stella fornirà gratuitamente una  qualificata  diagnosi e le  giuste  segnalazioni  per  prevenire  e  curare le  dette lesioni cutanee precancerose e  cancerogene, sono invitati a  contattare strutture pubbliche o  private  che possano  offrire  un  servizio  sanitario  adeguato (asportazione chirurgica  o relativo esame istologico).

Il melanoma un tumore che per la  maggior parte dei  casi  si  sviluppa proprio per  l’esposizione al sole, ulteriori pericoli di  lesioni  cutanee possono derivare per  continui esposizioni ai raggi ultravioletti. A tutti  i  bagnanti  sono forniti esplicativi  depliants  sul  melanoma e  a richiesta c'è la possibilità di formulare una cartella clinica  con tutti  i  dati  formali. Una  sintesi  del melanoma, che può, senza  alcun dubbio,  dare  un  aiuto nella cura di questa  bestia maligna: melanoma che  origina dal melanocita, cellula della cute che è proposta alla  sintesi  della melanina. Il melanoma può insorgere in tutti  i  distretti corporei in cui  sono normalmente presenti i melanociti, quindi interessa anche  la  cute, ma anche le mucose, le  meningi  e  l’occhio.

Un potenziale pericolo è nel lato sinistro  del  corpo. Il  rischio di  sviluppare melanoma è  maggiore  nei  soggetti  con  cute  chiara; i raggi  ultravioletti contribuiscono allo  sviluppo del  tumore, benché possa insorgere in qualunque distretto  corporeo anche  non foto esposto. Esiste anche  una  percentuale di  melanomi famigliari. E’ stato inoltre  stabilito che chi ha già  sofferto di neoplasia ha più possibilità di sviluppare un secondo melanoma primario nel  futuro.

Il principale fattore  a rischio  è rappresentato dalla eccessiva o precoce esposizione a intensa  luce  solare. Altri  fattori di  rischio  sono l’uso di  lampade a UV, l’immunosoppressione, la presenza  di  molteplici precedenti  lesioni  cutanee. Contrariamente a  quanto si  riteneva in passato, l’uso di  contraccettivi  orali non ne  aumenta l’incidenza. Questo tumore si è visto essere poco più frequente nelle donne  rispetto agli  uomini. Il  periodo  di  massima  incidenza va dai  36  ai  66 anni.
Raramente si manifesta in adolescenza ed in età  infantile.

In occidente l’uomo  viene colpito prevalentemente nel tronco, mentre nella donna colpisce gli arti, il collo capelluto  e il  volto.

Negli uomini  di  colore si  riscontra per lo più nella pianta del piede eziologia traumatica. Queste  giornate di  valida  assistenza  sanitaria viene collaborata  dall’Assessore al  Mare avv. Rosario D’agata, dalla  consigliera Pina Rapicavoli della 2 circoscrizione e patrocinata dal Club Rotary Catania Duomo 150, con in testa il presidente dott. Carmelo Licciardello, con la gentile presenza della prof.ssa Mirella Santoro, presidente del VI GRoC (Gruppo Rotary Comunitario, Salute e Benessere - R.CT Duomo 150).
Un percorso di tematiche veramente importanti socio culturale/sanitario, che ha portato una forte affluenza di bagnanti e comuni cittadini. Un grande esempio promozionale il quale si ha il dovere e l’appartenenza  obbligatoria  alla  cura e alla salute dell’essere umano con tanta solidarietà sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *