Elezioni U.S.A. 2020: Joe Biden è il nuovo Presidente

Sfida all’ultimo sangue, quella tra l’inarrestabile 45esimo Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump esponente del Partito Repubblicano e il temuto avversario Joe Biden del Partito Democratico.

400e9a667d3e48549665060393b76eb4-kg9F-U32201113221690XZF-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Una vittoria schiacciante per Biden che conquista ben 290 voti elettorali (totalizzando il 50,6%) contro i 214 di Trump (che ha totalizzato il 47,7%) e dopo settimane di campagna elettorale, ecco l’attesissimo verdetto. Le elezioni hanno avuto luogo lo scorso 3 novembre 2020, dove i cittadini statunitensi sono stati richiamati dopo quattro anni alle urne per eleggere il 46esimo presidente. L’andamento dei voti è stato fin dall’inizio a favore di Biden, con percentuali molto alte negli Stati del Vermont (66,4%), New Hampshire (52,8%), Massachussets (65,6%), Rhode Island (59,4%), Connecticut (58,1%), New Jersey (58,7%), Delaware (58,8%), Maryland (63,2%) e Distretto di Columbia (93,3%). Molto palpabile la preoccupazione di Donald Trump, il quale aveva mostrato timore della sconfitta e aveva affermato: “Stiamo vincendo tutto ma stanno tentando di rubarci la vittoria che eravamo pronti a celebrare”. Le tensioni alla Casa Bianca non sono mancate, così ha convocato la Corte Suprema per sospetti e presunte irregolarità dei voti. Trump ha deciso di agire legalmente a causa dell'amara sconfitta e scrive su Twitter: «Non dovrebbe reclamare l'incarico di presidente, sarebbe sbagliato. Anch'io potrei farlo. Le azioni legali sono appena iniziate». Sembra che la "battaglia" non sia ancora finita; si attendono riscontri. Kamala Harris, la nuova e prima vice-presidente donna, entusiasta della vittoria di Biden scrive: «Questa elezione riguarda molto più che Joe Biden o me. Riguarda l'anima dell'America e la nostra volontà di lottare per essa. Abbiamo molto lavoro davanti a noi. Iniziamo.» Nel frattempo, non rimane che augurare un in bocca al lupo al nuovo Presidente e la vice degli United States of America!

Il mandato per il nuovo eletto comincerà a partire dal 20 gennaio 2021.

Chi è il nuovo presidente degli Stati Uniti?

Joe Biden è nato nel 1942 a Scranton, in Pennsylvania. Ex 47esimo vice-presidente degli Stati Uniti dal 2009 al 2017 e Senatore dello stato del Delaware a partire dal 1972 (ha ricoperto l’incarico di Presidente della Commissione Giustizia del Senato federale, vantando di ben sette mandati consecutivi).

Iniziò a candidarsi alle presidenziali democratiche nel 1988, ma perse contro Michael Dukakis. Nel 2004 si ricandidò ma si ritirò infine dalla competizione. Nel 2008 Obama vinse le elezioni e con Biden, il suo braccio destro, sconfisse il senatore John McCain e Sarah Palin, la governatrice dello Stato dell’Alaska. Il suo incarico di consigliere di Obama fu quello di supervisionare e contrastare la recessione delle infrastrutture e di occuparsi di politica estera fino al ritiro delle truppe statunitensi dall’Iraq ed occuparsi di spesa federale per evitare la caduta del governo.

Nel 2007 fu a capo della Commissione Esteri del Senato, impugnando il controllo sul narcotraffico internazionale, fino al 2009, anno in cui venne poi nominato vicepresidente degli Stati Uniti.

Nel suo secondo mandato, nel 2012, sconfisse Paul Ryan e Mitt Romney. Inoltre, si impegnò per la lotta contro la violenza sulle donne, facendone approvare la legge l’anno successivo.

Nel 2016 a causa della scomparsa prematura del figlio, decise di non candidarsi alle presidenziali ma appoggiò la ex candidata Hillary Clinton, anch’ella appartenente al Partito Democratico. Intervenne all’88esima edizione dei premi Oscar, discutendo sulla violenza sessuale. Vinse la medaglia Laetare, conferitagli dall’Università di Notre Dame, come riconoscimento per i cattolici americani e nel 2017 la medaglia presidenziale della libertà.

12583268-3x2-xlarge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *