Effetto Siria sui carburanti: ecco i rincari del petrolio

Verde fino a 1,887 euro/litro, il diesel a 1,770 e il Gpl a 0,839, l’effetto Siria si ripercuote sull’oro nero

Il crescente timore di un attacco da parte di USA e Gran Bretagna nei confronti della Siria, ha scatenato un effetto domino che ha fatto rialzare i prezzi dei carburanti in Italia. La benzina verde infatti ha subito un rialzo di 17€/mille litri e il diesel invece ha subito un rialzo di 12€/mille litri.Secondo quanto riportato da “Quotidiano Energia” , le medie nazionali di benzina verde e diesel sono rispettivamente a 1,839 e 1,740 euro/litro con il Gpl a 0,816. Secondo invece un’indagine in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il ‘Servizio Check-Up Prezzi QE’, il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’1,825 euro/litro di Eni all’1,835 di Q8 (no-logo a 1,710). Per il diesel si passa dall’1,731 euro/litro di IP all’1,736 di Tamoil e Q8 (no-logo a 1,603). Il Gpl infine è tra 0,802 euro/litro di Eni e 0,816 di Tamoil (no-logo a 0,750).

Fonte (TMNews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *