E’ ufficiale Conte lascia la Nazionale dopo l’Europeo: «Ho bisogno di tornare sul campo»

Calcio: Antonio Conte dopo gli Europei che si svolgeranno in Francia nell’estate 2016 non sarà più il commissario tecnico della nazionale italiana. Ad annunciarlo è Carlo Tavecchio presidente della Figc: «Mi ha comunicato che la sua esperienza finirà dopo l’Europeo». Poche ore più tardi arriva la conferma dello stesso Conte che spiega: «sento di dover tornare a fare l’allenatore in un Club»

conte-tavecchio

La notizia era nell’aria e circolava da qualche giorno, ma solo in queste ore arriva l’ufficialità. A dare l’annuncio è Carlo Tavecchio presidente della Figc (Federazione Italiana Giuoco Calcio) entrando negli uffici di via Allegri a Roma poco prima dall’inizio del Consiglio federale in programma oggi: “Antonio Conte mi ha comunicato che al termine del campionato Europeo la sua esperienza in Nazionale finirà. Sente il richiamo del campo, la quotidianità dell’allenamento e questo è comprensibile“. Poi spiega: “Abbiamo puntato sempre su Conte, mi ci sento quasi quotidianamente. Prenderemo le valutazioni con serenità, ora è il momento di prendere atto e avere a che fare con una persona che ha dato un recupero dell’immagine della Nazionale, l’impegno e il sacrificio. E io lo ringrazierò sempre per questo. I destini della vita cambiano“.

 Poche ore dopo arriva anche un breve commento alla decisione di lasciare la Nazionale da parte dello stesso Conte: “In questo momento la nostra concentrazione massima è rivolta unicamente all’Europeo dove cercheremo con il lavoro e il sacrificio di sfruttare al meglio le nostre potenzialità. Chi mi conosce sa che il mio impegno sarà totale. successivamente sento di dover tornare a fare l’allenatore in un Club avendo così la possibilità di allenare tutti i giorni. Grazie al Presidente Tavecchio che quotidianamente mi accompagna in questa splendida avventura“.
Conte dunque lascia la panchina azzurra a distanza di due anni. Era stato chiamato alla guida della Nazionale nell’estate 2014 a seguito della disastrosa esperienza degli azzurri ai mondiali brasiliani sotto la guida tecnica di Prandelli. Ricordiamo che fu fortemente voluto da Carlo Tavecchio neo-presidente della Figc per ricostruire una nazionale italiana ridotta a pezzi offrendogli un contratto biennale fino al 31 luglio 2016 per ricoprire il doppio incarico di commissario tecnico e di coordinatore delle squadre giovanili. Il bilancio azzurro del tecnico salentino è positivo: Conte infatti riesce a qualificare l’Italia alla fase finale degli Europei che si svolgeranno in Francia dal 10 giugno al 10 luglio 2016.
Per quanto riguarda invece il suo futuro conclusa l’esperienza azzurra sembra quasi certo il trasferimento in Premier League a guidare il Chelsea di Abramovich. E la nazionale italiana? I nomi dei probabili canditati alla guida della panchina azzurra circolano da giorni, tra questi  Roberto Donadoni a Claudio Ranieri, ma sono aperte anche le candidature di  Giampiero Ventura e Fabio Capello, oltre a quelle di Roberto Mancini e Massimiliano Allegri. Attenzione però alle dichiarazioni di Andrea Abodi presidente della Lega di B e anche consigliere federale molto vicino a Tavecchio: “La scelta di Conte, era una scelta a tempo e lo sapevamo. Ora pensiamo agli Europei e con tranquillità sceglieremo il nuovo ct col quale condividere un lungo progetto: il nuovo ct dovrà durare 10 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *