Due donne aggredite dai mariti: due arresti

Catania: ancora episodi di violenza sulle donne, due uomini arrestati dalla Polizia per aver aggredito le mogli. Le donne sono state accompagnate al Pronto Soccorso dell’Ospedale Garibaldi per lesioni e danni fisici

maltrattamenti-siracusatimes

La Polizia di Stato ha tratto in arresto ieri sera, due individui accusati di tentato omicidio e aggressione ai danni delle proprie mogli. Nel primo caso, la donna si era presentata al Pronto Soccorso dell’Ospedale Garibaldi, con una ferita da coltello alla mano, e da lì è giunta la segnalazione da parte dei medici alla Polizia. La donna ha raccontato ai poliziotti, che il marito si era introdotto in camera, dove riposava con la figlia di diciannove mesi, forzando la finestra per poi tirarle i capelli e trascinarla in cucina. L’uomo ha afferrato un coltello tentando di colpirla, ma la vittima si è difesa arrecandosi però la suddetta ferita. L’uomo, nonostante ciò ha accompagnato la donna al Pronto Soccorso rimanendo in sala d’attesa. La Polizia Scientifica ha reperito il coltello macchiato di sangue, utilizzato per l’aggressione, durante un sopralluogo effettuato presso l’abitazione dei coniugi. Infine il soggetto, già segnalato in precedenza per maltrattamenti e stalking, è stato arrestato ed accompagnato presso il carcere di Piazza Lanza di Catania in attesa del processo.

Nel secondo caso, la Polizia ha arrestato C.R, che ha chiesto l’intervento della stessa e ha confessato di aver aggredito la moglie. Il marito ha raccontato agli agenti di aver scoperto i tradimenti della moglie, ragion per cui l’ha colpita diverse volte con una pietra per poi darsi alla fuga. La donna è stata in seguito trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale Garibaldi, dal personale del 118 con alcune ferite e si è poi recata in questura per sporgere denuncia. L’uomo è stato condannato per lesioni aggravate e sottoposto agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *