Consegnato un defibrillatore alla “L. da Vinci”

Durante l'open della "L. da Vinci" day, l'associazione "L'Angelo Federico" ha consegnato un defibrillatore alla scuola. Il sindaco Leonardi: «Questo strumento è un fattore di sicurezza in più. L’amministrazione ne acquisterà due per le nostre strutture sportive»

Consegna defibrillatore (9)

L’associazione “L’angelo Federico” ha donato, durante la manifestazione dell’Open Day di oggi pomeriggio, un defibrillatore all’istituto comprensivo “Leonardo da Vinci” frutto di una raccolta fondi.

A riceverlo il dirigente scolastico, Lucia Roccaro, che ha ringraziato associazione e amministrazione comunale per l’iniziativa.

Dopo il discorso introduttivo di Dario Vellini, è stato proiettato un breve filmato sulla vita del giovane prematuramente scomparso cui è intitolata l’associazione.

Dario, a nome della famiglia ha spiegato come il fratello con la sua sofferenza «ci ha dato tanto – ha detto - dimostrandoci quanta forza interiore occorre per affrontare il dolore. Con la sua esistenza ci ha insegnato cos’è il senso della vita».

Sotto lo slogan “Aiutateci ad aiutare” “L’angelo Federico”,  ha portato a termine diverse iniziative in favore di chi soffre e ha di bisogno.

Consegna defibrillatore (8)

Il sindaco Giovanni Leonardi ha ringraziato L’Angelo Federico: «È una bella realtà del territorio – ha sottolineato -, e ringrazio anche la Croce Rossa che ci darà supporto nell’istruire coloro che saranno preposti all’utilizzo del defibrillatore. "Quando mi è stata data l’opportunità di assegnare il defibrillatore – ha spiegato - ho pensato alla Leonardo da Vinci perché la struttura ha una palestra che opera anche nel pomeriggio con attività sportive. Avere un defibrillatore è aggiungere un fattore di sicurezza in più. Ringrazio la preside che in questa giornata dell’Open Day ci ha dato questa opportunità. La nostra amministrazione - ha concluso Leonardi – nei prossimi giorni acquisterà altri due defibrillatori che saranno messi a disposizione delle strutture sportive. Individueremo e formeremo chi dovrà utilizzarli».

Presenti all’evento, oltre ai familiari di Federico, le Associazioni sportive di pallamano e pallavolo, i volontari della Croce Rossa di Mascalucia, il vice sindaco Fabio Cantarella e il presidente del consiglio Alfio D’Urso.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *