“IL DISCO DEL MOMENTO” nuovo singolo e videoclip di PAOLO ANTONIO

“Il Disco del Momento” è il nuovo singolo di Paolo Antonio, catanese, classe ’83, che ama definirsi “un cantautore impegnato ma per nulla impegnativo”: i suoi brani infatti affrontano spesso temi sociali, ma lo fanno con leggerezza, ironia e arrangiamenti pop.

Paolo-Antonio-primo-piano-996x356

Il Disco del Momento” non è soltanto un brano pop ben riuscito musicalmente e vocalmente, ma risulta un perfetto connubio tra l’arte di saper sposare un testo divertente e bizzarro, con un arrangiamento musicale perfettamente “cucito addosso”.

 Un videoclip molto originale, in cui quattro ballerini, “i breakers” della scuola Acrobatic Universe, animano il ritornello con uno strampalato ballo di gruppo, ribattezzato “mossa del giradischi”, che ha tutto il sapore di una parodia anti hit, fa da cornice ad un testo e ad una musica che hanno tutto il fascino di una canzone estiva che ti entra facilmente in testa. Svela Paolo Antonio: “L’idea del videoclip mi è venuta pensando ai cliché da video estivo: festa in piscina, ragazze in costume, ragazzi con la tartaruga in vista e tanti balletti sexy. Da buon cinico dissacratore, non ho saputo resistere alla tentazione di fare a pezzi il tradizionale rito del pool party. Per questo non mi sono fatto mancare nulla: la piscina, i ballerini e il balletto; ma tutto è splendidamente decadente, bizzarro e grottesco, come in ogni mio video. Per quanto io possa sforzarmi di ballare e atteggiarmi a popstar, non sarò mai un figo. E trovo tutto ciò fighissimo!

L’utilizzo di una camera fissa, una steadycam e un drone per le riprese hanno consentito di realizzare delle suggestive immagini dall’alto, che hanno reso la piscina è diventata un palcoscenico verticale a tutto campo. La regia del video è di Marco Pirrello, mentre le coreografie sono di Claudia Bonomo.

 Il singolo, uscito dalla “penna” di Paolo Antonio, per la produzione di Giuseppe Mangiaracina (Arisa, Alan Parsons) con l’Etichetta Mafi Srl, ha tutti gli ingredienti per poter diventare un vero e proprio successo. Racconta Pala Antonio: “Questo brano è il tormentone che sbaraglia i tormentoni, la hit che svela i trucchi per creare una hit; la prima canzone al mondo che dice il suo prezzo di vendita!” E continua: “L’ho scritto dopo aver partecipato a delle audizioni con un importante discografico italiano che, annoiato dall’ennesimo cantautore indie, disse una frase che trovai illuminante: “quel che sto cercando è un brano da cantare sotto la doccia!”. Quell’affermazione, irritante ma sincera, mi diede l’ispirazione per scrivere questa sorta di “contro-tormentone”: un tentativo di sabotare il sistema discografico dall’interno, con il suo linguaggio e i suoi slogan. Il titolo non poteva che essere “Il Disco del Momento”! Nell’arrangiamento si trovano campioni vintage come Freak Out e l’urletto del “Triangolo” di Renato Zero; hit di ogni tempo, consumate e dimenticate, che poi tornano sempre”.

 

Paolo Antonio Pappalardo, in arte solo Paolo Antonio, cantautore catanese, classe 1983.

Buddista, ha trascorso un periodo della sua vita in Tunisia per imparare la lingua Araba. A 24 anni si è candidato sindaco nel paesino in cui vive, San Pietro Clarenza. (CT)

Nel 2010 autoproduce l’EP “Buona Fortuna” e inizia a farsi conoscere nell’ambiente musicale indipendente.

Nel 2014 pubblica il singolo “Piacere Salvatore”, un brano antimafia i cui proventi sono devoluti all’associazione ”Addiopizzo”. La canzone diventa subito un tormentone nelle radio siciliane e il videoclip impazza sui social network. Ne parlano testate nazionali come Repubblica, Corriere, Ansa.

All’inizio del 2015 esce il singolo “Viva la Vita”. Il videoclip è girato nel maestoso Teatro Vincenzo Bellini di Acireale che, distrutto da un misterioso incendio nel 1952, torna così a suonare dopo 60 anni di silenzio.

Qualche mese dopo esce il singolo “Lavoro in un Call Center”. Il brano è una denuncia contro il precariato e accende le polemiche a causa del suo provocatorio videoclip: il protagonista, infatti, è un moderno Gesù precario, un 33enne molto speciale che vive il martirio quotidiano dei trentenni comuni.

Nel settembre 2015 Paolo Antonio vince la quindicesima edizione del Lennon Festival con “Lampedusa“, un brano intenso e toccante, che invita ad affrontare la questione dell’immigrazione come una questione umana, non politica.

Nel settembre 2015 inizia la collaborazione con il Produttore Musicista, Giuseppe Mangiaracina (Arisa , Alan Parsons) per l’Etichetta Mafi Srl.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *